Partinico trovati cinque lavoratori in nero: due con il reddito di cittadinanza

2151

I Carabinieri della Compagnia di Partinico, coadiuvati dai Carabinieri Forestali del Centro Anticrimine Natura, del Nucleo Ispettorato del Lavoro e del Nucleo Operativo del Gruppo Tutela del Lavoro di Palermo, hanno eseguito un servizio straordinario di controllo del territorio.

Due aziende agricole, interessate alla coltivazione di canapa indica a basso contenuto di THC, sono state controllate e in un caso, constatata la presenza di un lavoratore ”in nero”, è stata elevata la sanzione amministrativa di 3.600 euro nei confronti del titolare.

Sono state altresì verificate 4 attività di autolavaggio, contestando sanzioni per oltre 20000 euro poiché, in tre di queste, sono stati trovati quattro dipendenti “in nero” di cui 2 percettori del reddito di Cittadinanza; in un caso è scattata anche la “sospensione dell’attività”.

Inoltre, i militari hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo, per furto aggravato, un 68enne, pensionato, del luogo, già noto alle forze dell’ordine.

Nel corso di un sopralluogo in un magazzino di sua proprietà, adibito a deposito merci, in contrada “bosco falconeria”, i tecnici ENEL intervenuti hanno riscontrato il collegamento abusivo alla rete elettrica.

I percettori irregolari del reddito di cittadinanza sono stati segnalati all’INPS per la revoca del beneficio.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl Comune di Alcamo compra un terreno per realizzare parcheggi e giardino
Articolo successivoSgombero locali occupati abusivamente a Trapani