Pronte diverse iniziative ad Alcamo contro il depotenziamento dell’Ospedale

1441
Ospedale Alcamo

ALCAMO. In questi giorni il Comitato Alcamo32 infroma che verranno realizzate diverse attività civiche  contro il depotenziamento continuo dell’Ospedale di Alcamo. Questo il testo dei promotori:

Non potevamo più aspettare!
In queste giornate di scirocco che hanno evidentemente prosciugato il desiderio dei politici di ripristinare gli organici necessari al nostro ospedale, abbiamo dato comunicazione alle autorità competenti delle prime graduali iniziative civiche e pacifiche che cominciamo a porre in atto.

VENERDI 20 AGOSTO ORE 21:00 MANIFESTAZIONE DAVANTI IL MUNICIPIO DI ALCAMO.
Dopo la consegna delle pettorine al centinaio di cittadini che hanno già aderito al “Comitato Alcamo32” e ai partecipanti, illustreremo il senso delle nostre iniziative e i rischi di ulteriore depotenziamento dei servizi sanitari che desideriamo scongiurare con l’azione popolare.
Ci sarà anche un banchetto di raccolta firme per la PETIZIONE a sostegno del nostro ospedale, che temiamo che ormai possa sciogliersi come un gelato, senza lasciare alcuna piacevole sensazione in bocca della gente.

Segnalate la vostra adesione alla manifestazione con un messaggio al presente post o inviando una mail a progettiamo.alcamo@gmail.com

LUNEDÌ 23 AGOSTO dalle 8.00 alle 20.00
PRESIDIO CIVICO sulla via Francesco Crispi nella parte antistante il bar di fronte l’ingresso dell’Ospedale di Alcamo.
Ci sarà un banchetto per la firma della PETIZIONE popolare a sostegno del nostro nosocomio. Stiamo organizzando turni durante l’intera giornata di lunedì 23 agosto di almeno un’ora ciascuno. I volontari che vogliono dare la loro disponibilità per un turno potranno segnalarlo come risposta al presente post o con un mail da inviare a progettiamo.alcamo@gmail.com indicando l’orario di copertura del presidio.

Dal 20 agosto abbiamo segnalato alle autorità che alcuni cittadini aderenti al comitato svolgeranno le loro usuali attività andando in giro per le città del comprensorio indossando la nostra pettorina.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAumento tamponi “fai da te” senza traccia. L’allarme di Federfarma
Articolo successivoIncidente mortale a Trapani