Esponenti e alcuni simpatizzanti di Fratelli d’Italia Alcamo: “ennesima decisione non concertata e condivisa con il partito e imposta come dictat insindacabile”

1592

“I sottoscritti nella qualità di componenti del direttivo, iscritti e simpatizzanti del circolo di Fratelli d’Italia di Alcamo, preso atto con grande stupore del comunicato di parte del direttivo locale del partito e del consigliere di riferimento, dichiarano quanto segue:
La scelta dell’auto candidatura a sindaco in solitaria del segretario del circolo Alessandro Fundaró, giunge per l’ennesima volta senza alcun confronto con la base del partito, come già accaduto in precedenza con la candidatura a vice sindaco del l’avv. Salato (ritirata dopo 3 giorni) e, ancora prima, la sottoscrizione di un documento con solo una parte della coalizione di centro destra (smentita dopo un giorno)”. Inizia così un comunicato a firma di Alessio Iovino componente del direttivo comunale, Rosario Asta già vice presidente della provincia di Trapani, Angelo Marrocco già assessore provincia di Trapani, Dario Vilardi tesserato imprenditore e Massimo Cassarà imprenditore.

E questi continuano mettendo in evidenza che: “A ciò si aggiunga la sottoscrizione di un accordo elettorale con una lista civica, Alcamo cresce-imprenditori e professionisti, di cui non si è mai discusso, di cui non si conoscono né coordinamento né componenti, ma che soprattutto, nella assoluta genericità della sua presentazione appare, ictu oculi, discriminante nei confronti degli impiegati, pubblici e privati, degli operai, dei pensionati, dei giovani, dei disoccupati e di tutte quelle categorie sociali che, al pari di imprenditori e professionisti, compongono il tessuto sociale della nostra comunità e che come loro hanno pari diritto di partecipare attivamente all’amministrazione della cosa pubblica.
Premesso quanto sopra, gli scriventi, stanchi dell’ennesima decisione non concertata e condivisa con il partito e imposta come dictat insindacabile da parte del direttivo e dal segretario di circolo, prendono le distanze e si autosospendono con ciò ritirando le proprie candidature dalla redigenda lista di Fratelli d’Italia, in attesa che il direttivo provinciale e quello regionale intervengano, in modo definitivo, per fare chiarezza sulle posizioni che dovrà assumere il partito in occasione delle prossime elezioni amministrative nel paese di Alcamo”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteHub vaccinale di Alcamo nuovi orari dal 13 al 30 Agosto
Articolo successivoInterventi di soccorso della Guardia Costiera sull’isola di Favignana