Fratelli d’Italia Alcamo: “Mai espresso veti o aperture forzate verso alcun movimento specifico. L’invito è a fare sintesi”

1138

“Restiamo sorpresi nel leggere il comunicato del candidato designato Leonardo Salato, che per toni e contenuti si risolve in una sorta di invettiva contro il nostro partito accusato di puntare, legittimamente, all’unità della coalizione di centrodestra”. Così Fratelli d’Italia risponde al comunicato del candidato Sindaco Leonardo Salato e continua la “polemica” in riferimento ad alleanze con o senza “veto”, ne abbiamo parlato nel nostro articolo Fratelli d’Italia per un confronto con altre forze politiche “senza veto”, Salato: “Candidato a sindaco si ma non ad ogni costo”.

“Fratelli d’Italia ha – continua il comunicato -, per senso di responsabilità, intrapreso una iniziativa a difesa dell’unità del centrodestra, iniziativa già di per sé necessaria, a più forte ragione in una realtà importante come Alcamo, soprattutto ad un anno dalle elezioni regionali, momento in cui la coalizione che, sino ad ora ha governato la Regione Siciliana, si ripresenterà agli elettori per richiederne la fiducia”.

“Ci meravigliamo come una tale iniziativa generi sgomento nel candidato, fortemente voluto dall’UDC, per la quale carica FDI ha fatto un passo indietro, proprio per contribuire a fare sintesi nell’area di centro destra.
Ed è proprio sul presupposto che la coalizione replicasse la composizione politica del governo regionale che Fratelli d’Italia ha firmato il documento che ha designato candidato sindaco Leonardo Salato, fin da subito reso edotto della posizione di apertura che questa coalizione “embrionale” avrebbe dovuto avere nei confronti degli altri partiti di centro/destra, senza veto alcuno.
Ricordiamo, inoltre, che proprio l’UDC non solo fa parte della coalizione regionale che sostiene il governo Musumeci, ma vanta, proprio ad Alcamo, un assessore regionale alle attività produttive, proprio colui che si ritiene dovrebbe spendersi più di ogni altro nella direzione dell’unità della coalizione stessa”.

“Giova inoltre muovere un’ulteriore precisazione, Fratelli d’Italia non ha mai posto veti nei confronti di nessuno, né tantomeno avanzato esplicite e forzate aperture verso alcun movimento specifico, ma si è limitata ad invitare a fare sintesi a tutti i movimenti e partiti di centrodestra che sostengono l’attuale governo regionale.
Fratelli d’Italia non ha mai firmato documenti né contro qualcuno né ad esclusione di alcuno, ma ha sempre e solo chiesto, a tutto il centrodestra, la convocazione di un tavolo aperto, come ribadito più volte anche in conferenza stampa.
Ricordiamo inoltre che tutte queste precisazioni sono state ampiamente ribadite, da parte del nostro coordinatore comunale, nella conferenza stampa di presentazione del candidato sindaco e in quella medesima sede quest’ultimo non ha avuto nulla da ridire sulle aperture a tutti i partiti che sostengono il governo regionale.
La posizione assunta ora, sorprendentemente, dall’Avv.Salato, peraltro priva di alcuna motivazione e in contrasto con quanto concordato anche in sede regionale, determina un cambio di rotta che Fratelli d’Italia non può più condividere, né percorrere.
In questa prospettiva appare necessaria una nuova proposta politica di cui Fratelli d’ Italia è promotore ed aperta a quei partiti che vogliano condividere i principi ispiratori del centrodestra”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteQuando Enrico Caruso fu fischiato a Trapani
Articolo successivoAlcamo: il Maca fra i musei italiani vincitori del bando del ministero dei beni culturali