Alba Alcamo, soddisfatta per il proscioglimento di Marchese, se la cava con 400 euro di ammenda

850

Soddisfazione in casa Alba Alcamo per il proscioglimento da tutti i capi d’accusa nei confronti del presidente Baldo Marchese

La società bianconera in un comunicato esprime la propria soddisfazione per il “proscioglimento da tutti i capi d’accusa nei confronti del presidente Baldo Marchese” e la sessa “se l’è cavata con una multa di 400 euro e nessun punto di penalizzazione da scontare nel prossimo campionato”.

Il presidente Baldo Marchese era stato deferito dal Procuratore Federale in seguito all’inchiesta su una presunta combine nella gara della stagione 2017/18 Alcamo-Licata.
Il procuratore aveva chiesto 4 anni di inibizione nei confronti del Presidente, mentre per la società 1000 euro di multa e 5 punti di penalizzazione.

L’avvocato Angelo Gruppuso, del foro di Trapani, a seguito di tale pronuncia ha dichiarato: “esprimo soddisfazione poiché tale verdetto, dopo accuse infamanti, ridà dignità all’assistito sia come uomo sia come rappresentante, da tanti anni, dell’espressione calcistica alcamese, e mette fine alla possibile “morte” sportiva dello stesso atteso che il Procuratore Federale aveva chiesto quattro anni di inibizione”.