Codici chiede che il governo Nazionale dichiari lo stato di calamità naturale per la montagna di Erice distrutta dal fuoco

886

Brucia Erice dove ancora oggi stanno intervenendo tre Canadair e un elicottero. Un vasto incendio dal tardo pomeriggio di ieri sta divorando il verde del demanio, sul lato Nord della montagna. Incalcolabili i danni provocati dal rogo. In zona S.Matteo. Qui le fiamme hanno anche raggiunto la costa nella zona di Bonagia, danneggiando una villetta e minacciando alcune villette anche a Pizzolungo (Erice). “Siamo accanto agli uomini del Corpo Forestale, dei Vigili del fuoco, della Protezione Civile comunale e di tutti i volontari che da ieri lavorano ininterrottamente per limitare i danni e spegnere il vasto incendio, spiegano gli Avvocati Manfredi Zammataro, Segretario regionale di Codici Sicilia, e Vincenzo Maltese, Responsabile di Codici Trapani.

 “Visti gli ingenti danni, nell’attesa che gli enti preposti si interroghino sulla organizzazione dei controlli preventivi e che gli inquirenti svolgano con determinazione tutte le indagini opportune comprese eventuali omissioni da parte della Pubblica amministrazione e dei privati – concludono gli Avvocati Manfredi Zammataro e Vincenzo Maltese – riteniamo opportuno schierarci al fianco del Governo Regionale per sollecitare il Governo nazionale di dichiarare lo stato di calamità naturale per Erice”.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteProtocollo tra la Guardia di Finanza e il Comune per la verifica dei beneficiari di prestazioni sociali agevolate
Articolo successivoCostituzione di una short list di esperti per la gestione di progetti complessi finanziati con fondi pubblici