Alcamo. Da domani la formazione per i progetti di utilità collettiva, rivolti a ci percepisce il reddito di cittadinanza

1536

Domani inizierà la formazione per i soggetti che partecipano ai Progetti di Utilità collettiva (PUC), rivolti ai nuclei familiari percettori del reddito di cittadinanza.

In particolare, queste prime ore di formazione riguardano il progetto di custodia e pulizia di ville e giardini a supporto degli operatori comunali; questo è il primo dei progetti finanziati dalla Regione che partiranno a breve.

I progetti rientrano nel Piano di Attuazione Locale (PAL) -Programmazione della Quota Servizi Fondo Povertà annualità 2019 approvato dalla Regione – che prevede € 279.712,48 per i PUC così ripartiti: € 187.407,36 Alcamo – € 64.333,87 Castellammare del Golfo – € 27.971,25 Calatafimi Segesta; i progetti per Alcamo sono 10, ognuno impegnerà 30 soggetti fruitori del reddito di cittadinanza, per un totale di 300 persone.

Dichiarano congiuntamente il Sindaco Domenico Surdi e l’assessore ai servizi sociali, Stefano Alessandra “la formazione è il primo step dei Progetti di Utilità collettività che rappresentano un’opportunità d’inserimento sociale per tante persone che vivono una situazione di disagio economico/occupazionale, con questi progetti avranno la possibilità di sviluppare un senso civico del bene comune, attraverso la collaborazione con l’Ente”.

Di seguito l’elenco complessivo dei Progetti

“Ambito Culturale”: FREE EVENTI, CRESCIAMO IN BIBLIOTECA supporto ai servizi offerti dalla biblioteca civica (ambito culturale);

“MANUTENZIONE E TUTELA DEI BENI COMUNI”: PULIZIA Bottino Comunale Serbatoio Acqua Pubblica; CLEEN UP 3 supporto alle attività di cura e pulizia degli uffici comunali; CLEEN UP 5 supporto alle attività di cura e pulizia degli uffici comunali;

Ambiente: CUSTODIA E PULIZIA VILLE E GIARDINI 1; CUSTODIA E PULIZIA VILLE E GIARDINI 2; CUSTODIA E PULIZIA PARCO SUBURBANO; PULIZIA E DECORO CIMITERI.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePubblicato l’avviso per accedere al fondo di solidarieta’ a favore di fasce deboli
Articolo successivoOggi si parte con il Festival Contaminazioni al Castello di Baida