Corruzione: Mare Monstrum; archiviata posizione on. Caronia

391

Gip accoglie richiesta Pm, nessun traffico illecito influenze

Disposta l’archiviazione per la parlamentare regione siciliana Marianna Caronia nell’ambito del processo “Mare Monstrum” su presunti episodi di corruzione. Lo ha deciso il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Trapani Samuele Corso, accogliendo la richiesta avanzata dallo stesso Pm, Franco Belvisi.

Sia il PM, sia il Gip hanno escluso un ruolo attivo della deputata regionale in un ipotetico accordo di traffico illecito di influenze, ritenendo non dimostrato alcun intervento diretto da parte dell’indagata su componenti della Commissione parlamentare Trasporti dell’assemblea Regionale Siciliana o su altri soggetti.

L’on. Caronia era stata accusata di aver ostacolato, nell’ottobre del 2016, la nomina di un consulente della Commissione stessa in materia di trasporti marittimi, sgradita all’armatore Ettore Morace e di aver ricevuto per tale atto una buona uscita non congrua pari a 100mila euro da parte della Siremar Spa. Al contrario nel corso del procedimento gli avvocati Ninni Reina e Marco Lo Giudice, difensori della Caronia (assunta nel 1991 dalla Siremar), hanno dimostrato che la buona uscita era inferiore, e dunque ingiusta per difetto, rispetto a quella percepita da altri dipendenti con livello d’inquadramento inferiore.

Fonte ANSA

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteBorsellino: figlia Fiammetta, non sarò a Palermo
Articolo successivoMigranti: incendio in hot spot, alcuni in fuga a Pozzallo