“Canzone per me”: L’esordio di Christian Pirrone come cantante

998

ALCAMO. Il 21 maggio 2021 è uscito il primo singolo di Christian Pirrone, giovane cantante alcamese che esordisce con una canzone scritta di suo pugno.

Christian, classe 1999, ha sempre amato la musica ma l’approdo allo studio della stessa stenta un po’ prima di partire e diventare passione: “Il mio primissimo approccio con la musica risale ai tempi delle elementari, nei quali, durante le recite scolastiche la maestra vide in me del potenziale musicale e consigliò a mia madre, di farmi prendere lezioni. Il tutto finì così, non si trattava che di una proposta buttata lì, e mai presa davvero in considerazione, poiché nessuno in famiglia aveva mai avuto a che fare con la musica.
Ai tempi delle scuole medie, riesco ad avvicinarmi più concretamente alla musica grazie alla materia di studio presente; mi ritrovai molto avvantaggiato e molto veloce ad appenderla in modo naturale.”

D) Come è nata la tua passione per la musica?

R) Un pomeriggio, a casa, mi ritrovai a passare il tempo a suonare il flauto dolce che la prof ci aveva fatto comprare, ad un tratto mi venne l’idea di ascoltare delle canzoni su YouTube e suonarle subito dopo, ricordo che fu molto divertente, passai dalle canzoni che si sentivano alla radio in quel periodo, a canzoni di cartoni animati. La prima canzone che feci al flauto fu “Ai Se Eu Te Pego”, canzone tormentone in quel periodo. Fui così tanto soddisfatto del risultato che andai subito a farlo sentire a mia madre, che, stupita, mi chiese se fossero note imparate a scuola ed io risposi che no, semplicemente ascoltavo un motivo e lo riproducevo.
Scoprii così da mia mamma, che suonavo ad orecchio senza saperlo.
Qualche giorno dopo, una pubblicità su Facebook invitava a provare un periodo gratuito in “Accademia Clara Shumann”, nella mia città, andai e scelsi il piano che da subito attirò la mia attenzione.
Continuai dopo il periodo prova, e grazie al Maestro Peppe Messina, ho acquisito competenze anche di teoria e solfeggio. Dopo circa 8 anni di studio, e dopo essermi diplomato in “informatica e telecomunicazioni”, la naturale evoluzione sembrava quella di andare in conservatorio presentandomi da esterno.
Tuttavia così non fù, questa prospettiva è stata messa da parte, quando decisi di iscrivermi in una università di Roma sempre in ambito musicale, che inizierò a settembre.
Negli anni a cavallo il diploma superiore, con un mio amico, Andrea Ganci, abbiamo creato una band Piano, chitarra e voci: i “Genere Generico”. Inizialmente per gioco, pian piano abbiamo cominciato a suonare in giro per i locali di Alcamo e dintorni, con il tempo ci siamo fatti conoscere nel nostro piccolo anche grazie ai social. Cominciammo con il tempo a suonare a vari eventi sia pubblici (varie feste di paese) che privati. Il nostro ultimo traguardo prima della chiusura a causa della pandemia è stato aprire il concerto dei Pinguini Tattici Nucleari e dei Rovere durante l’Alcart Festival 2019, assaporando per la prima volta l’emozione di una platea più vasta.
Da un paio d’anni, seguito da un vocal coach, il maestro Antonino Viola, ho iniziato a prendere lezioni di canto.
L’anno scorso, durante il periodo natalizio 2019/2020 ho scritto la mia prima canzone dal titolo “Canzone per me”, che è uscita contemporaneamente su tutte le piattaforme digitali.

D) … come è nata questa canzone sembra contenuto tra le parole della stessa canzone… Uno sfogo, una dichiarazione, una consolazione, in quale definizione ti rivedi maggiormente?

R) “Canzone per me” è stata concepita come una canzone che faccia da sostegno in un qualsiasi possibile momento no, ha il compito di ricordarti che se vuoi star meglio sei tu a dover agire, lei è lì per ricordarti che se non fai nulla non risolvi nulla, vuole accompagnarti in questo percorso lasciando però fare il grosso del lavoro a te, è solo una canzone dopotutto, solo tu puoi far davvero star bene te stesso, lei ti vuol dare la forza qualora non dovessi averne abbastanza. Così è stato per me, ho passato un momento buio e il mio agire per combatterlo, è stato scrivere la canzone.

D) da quando è uscito il singolo condividi la tua canzone con tutti coloro che vogliono ascoltarla, cosa significa questo per te?

R) Da sempre, da quando ho cominciato a pensare di voler fare musica, di voler fare canzoni, immagino me un giorno con un mio pubblico, miei fan, che durante un concerto mi accompagnano cantandomi dietro le mie canzoni, a quello ho sempre aspirato, al calore che un fan riesce a trasmettere “solamente” cantando insieme a te la tua canzone. L’aver condiviso questo mio primo singolo, mi emoziona molto sotto questo punto di vista, chissà come andrà in futuro, intanto sto iniziando a fare i primi passi.

D) progetti musicali futuri?

R) Per il futuro, ho già in cantiere qualche testo al quale vorrei cominciare a lavorare al più presto.
Sto inoltre cominciando degli studi presso il St. Louis di Roma come tecnico del suono, come seconda strada da poter intraprendere parallelamente al canto.

D) un aneddoto legato alla canzone?

R) “Canzone per me” l’ho scritta in una notte durante il periodo natalizio 2019/2020, a seguito di una serata passata giù di morale senza un apparente motivo. Quella notte ascoltavo musica sul divano, durante l’ascolto delle canzoni, parte la riproduzione di “Quando non sai” ( Christian da sempre è un grande ascoltare di Cremonini) che fin dai primi versi dice: “Quando non sai trovare in te né verità, né conclusione
Tu non ti abbattere, rimani in te
Prendi un foglio e scrivi una canzone”.
Come d’impulso ho preso carta e penna e ho cominciato a scrivere e ad arrangiare al piano ciò che scrivevo, ho passato dalla mezzanotte fino alle sei del mattino al pianoforte a definire la bozza.

D) a chi o cosa ti ispiri?

R) Ho sempre ascoltato musica varia, dal pop al rock, al rap; dai Pinguini Tattici Nucleari ai Rumatera, dai legno a pop x, ma alla base di tutti c’è sempre stato Cremonini con la sua musica.

D) un bel ricordo legato alla musica?

R) L’esordio di fronte ad un pubblico più vasto ad Alcart Festival che dicevo poco fa e in generale tutte le serate fatte nei locali, nelle quali ci si ritrovava a cantare assieme ai presenti, passando quindi da serata live, a una vera e propria “festa” con gente che veniva a cantare al microfono a mo di karaoke.

 

Canzone per me è su tutte le piattaforme musicali principali, di seguito il link a youtube:

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAlcamo, un giovane muore schiacciato dalla sua auto
Articolo successivoTrapani: contrasto allo spaccio di stupefacenti. 3 arresti e 2 denunce dei carabinieri
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.