“Trapani alza la testa!”. Mercoledì 26 Maggio la presentazione dello Sportello di solidarietà dell’Associazione Antiracket e Antiusura Trapani

640

Si terrà mercoledì prossimo, 26 Maggio 2021, alle ore 10 e 30 la presentazione ufficiale dello Sportello di solidarietà per le vittime di estorsione e usura dell’Associazione Antiracket Trapani. Lo sportello, lo ricordiamo, è già operativo, ed assiste in maniera gratuita tutti coloro che vogliono denunciare casi di estorsione o di usura, con supporto psicologico, consulenza fiscale e tributaria, assistenza legale.

L’iniziativa, dal nome “Trapani alza la testa!, è organizzata di concerto con la Prefettura di Trapani e si terrà on line, sui canali social dell’Associazione Antiracket (la pagina Facebook https://www.facebook.com/sportellotrapaniantiracket e il canale YouTube dell’associazione) nonché sul sito https://www.trapaniantiracket.it/.

Particolarmente ricco il parterre degli ospiti. Dopo i saluti iniziali del nuovo Prefetto di Trapani, Filippina Cocuzza, e del presidente dell’associazione, Vincenzo Guidotto, interverranno, tra gli altri, il Procuratore aggiunto della Repubblica di Palermo, Paolo Guido, e il Commissario Straordinario del Governo per le iniziative antiracket ed antiusura, Giovanna Cagliostro.

Si tratta di un appuntamento importante, nel quale verranno tracciate le modalità operative dello Sportello di Solidarietà, e si getteranno le basi per un lavoro di rete con le istituzioni, analizzando anche il quadro specifico della provincia di Trapani, dove la libertà di impresa è compromessa dalla presenza delle organizzazioni criminali, dalla diffusione dell’usura,  e dall’aggravarsi delle condizioni di sofferenza di molte aziende e imprese a causa della crisi economica dovuta alla pandemia. L’attività dello sportello verrà presentata dal responsabile, Giuseppe Novara, con un focus di Valerio D’Antoni, consulente legale dello Sportello.

Sono previsti anche gli interventi del Sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, del Questore di Trapani, Salvatore La Rosa, di Emanuele Fattori, Capo della Squadra Mobile, Gianluca Vitagliano, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Trapani, Geremia Guercia, comandante provinciale della Guardia di Finanza e di Gregory Bongiorno, Presidente provinciale di Confindustria.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLe mani della mafie sul Recovery Fund? La trasparenza per arginare la possibilità
Articolo successivoTrapani. La Polizia scongiura un tentativo di suicidio