Gli studenti della Scuola Media Navarra di Alcamo scrivono al Presidente della Regione per prevenire gli incendi

1549

ALCAMO. Questa mattina, gli studenti delle classi III G e III H dell’Istituto Comprensivo N. Navarra di Alcamo hanno inviato una lettera al Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, sulla questione tristemente nota degli incendi boschivi.

L’iniziativa degli studenti, nata a conclusione di un lungo percorso formativo sul tema della tutela e protezione del patrimonio ambientale e paesaggistico, è stata coordinata dai docenti dell’Istituto Francesca Senia e Francesco Adragna.

Di seguito il testo integrale della missiva:

Lettera aperta al Presidente della Regione Sicilia

“Gli incendi e noi”

Caro Presidente,

quest’estate abbiamo assistito con preoccupazione a numerosi atti di disprezzo del nostro territorio.

La grande quantità di incendi che ha colpito i nostri boschi, le nostre riserve naturali e il nostro verde ci ha profondamente addolorato.

Ogni anno studiamo a scuola l’importanza della tutela del patrimonio ambientale e paesaggistico, e non riusciamo a capire la ragione per la quale gli incendi aumentino anziché diminuire.

Cosa può fare la nostra Regione per arginare o contrastare questo triste fenomeno? Sarebbe possibile ipotizzare delle azioni concrete a tutela del nostro ambiente?

Proviamo a farle delle proposte:

1) Aumentare la sicurezza nei boschi e nelle riserve naturali attraverso sistemi di videosorveglianza a infrarossi per le ore serali e notturne e più personale addetto alla vigilanza anche durante la notte.

2) In corrispondenza delle giornate più rischiose per le condizioni climatiche favorevoli agli incendi, intensificare i controlli nelle strade di accesso ai luoghi interessati.

3) Migliorare la dotazione degli strumenti e dei mezzi del corpo della Forestale, perché possano contrastare in modo efficiente gli incendi.

4) Avviare una campagna di informazione capillare sulle regole per la corretta gestione dei residui agricoli dei terreni privati e il loro smaltimento, per evitare episodi involontari di inneschi di incendi.

5) Incentivare la fruizione del patrimonio boschivo attraverso azioni di promozione dei luoghi, con la creazione di centri didattici e la diffusione delle loro attività nelle scuole.

6) Incentivare gli investimenti turistico-ricettivi nelle aree vicine ai boschi e alle riserve, innescando buone pratiche di tutela e controllo delle aree circostanti.

7) Pubblicizzare il nostro patrimonio naturalistico perché diventi sempre più un’attrazione per i turisti e produca risorse volte a finanziare investimenti per la sua tutela.

Siamo fiduciosi che Lei possa prendere in considerazione le nostre idee e che possa aiutarci a realizzare il sogno di vivere in mezzo a una natura incontaminata e rigogliosa.

                                                                             Gli alunni delle classi III G e III H

                                            Scuola Secondaria di I grado “Nino Navarra” di Alcamo

 

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSan Vito Lo Capo: +50% di suolo pubblico gratis
Articolo successivoA29, lavori nella galleria Segesta. Chiusa in direzione Trapani
Marcello Contento
Marcello Contento nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.