Sciopero dei marittimi della Liberty Lines, Orsa: “Scelta sofferta, tagliati fuori dal dialogo”

504

Tra le rivendicazioni del personale  l’uguaglianza di remunerazione, l’istituzione Piano di Ferie annuale e il reintegro dell’indennità pasto per i servizi antimeridiani

Sciopero oggi dei marittimi della Liberty lines di 16 ore, dalle 7,59 fino alle 23,59. “Con Federalberghi, con la popolazione isolana e gli enti, è stata una scelta sofferta nel dichiarare sciopero – scrive la segreteria del sindacato Orsa –  per non creare disagio all’utenza abbiamo cercato in tutti i modi un dialogo ma la società predilige solo chi firma accordi peggiorativi, che pregiudicano i diritti dei lavoratori riducendo il loro salario. Confidiamo in un ripensamento della società per aprire un tavolo negoziale e discutere delle tematiche dei lavoratori”.

Tra le rivendicazioni del personale della Liberty Lines  l’uguaglianza di remunerazione per tutti i marittimi, degli istituti di busta paga (premi compresi), dati a risarcimento di disagio o altro, l’stituzione Piano di Ferie annuale del personale in CRL, per evitare improprio utilizzo delle stesse, superamento, in alcune linee, delle 60 ore di straordinario mensili, vietato dal punto 6 art. 23 Ccnl, riconoscimento, senza smaltimento illegale di giornate di riposo o ferie, dei periodi brevi di malattia, attestati da certificazione medica ma anche il reintegro dell’indennità pasto per i servizi antimeridiani.

Fonte mesinatoday.it

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMarsala Ospedale covid. I consiglieri comunali occupano palazzo VII aprile
Articolo successivoPartinico coltivatore d’erba col reddito di cittadinanza, in manette 59enne