Iniziati i lavori per il ripristino dei pontili dello “Stagnone” di Marsala

290

TRAPANI. Il Commissario Straordinario del LCC di Trapani, Dott. Raimondo Cerami, comunica che sono iniziati i lavori di ripristino delle dieci strutture lignee ”Solarium/Pontili” presenti nella laguna della R.N.O. Isole dello Stagnone di Marsala, finanziati con un contributo regionale di € 100.000,00 pervenuto da parte della Regione Siciliana.

Nell’estate precedente il LCC ha provveduto alla riparazione di sette pontili con fondi propri, ed ora grazie anche all’intervento dell’on. Eleonora Lo Curto che si è resa promotrice di un apposito emendamento in sede di approvazione della Legge regionale di stabilità 2020, è possibile avviare i lavori per la manutenzione di tutti, prima dell’arrivo dell’estate 2021. Gli uffici incaricati della relativa procedura, prima per la redazione progettuale, poi per l’affidamento dei lavori, hanno reso possibile che già nei primi giorni di questo mese di maggio siano stati presi formali contatti con la Ditta affidataria per garantire innanzitutto la sicurezza manutentiva dei 7 pontili in precedenza sistemati e già restituiti alla pubblica fruibilità , e poi , nelle more delle dovute autorizzazioni che dovranno essere rilasciate dagli Enti competenti, dei restanti 3 pontili completamente da rifare. E’ stato infatti previsto , al fine di una più duratura resistenza nel tempo, che i pali sommersi siano ricoperti con opportune resine, capaci di proteggere il legno per periodi più lunghi.

“Con l’auspicio che tutti i pontili siano restituiti alla collettività – ha affermato il Commissario straordinario Dott. Raimondo Cerami – per soddisfare le legittime aspettative dei cittadini, che potranno così utilizzare queste strutture nella prossima estate in previsione di un allentamento delle restrizioni imposte dalla pandemia da Covid19. Ciò non fa che confermare l’impegno e l’attenzione che il LCC di Trapani , nonostante le note difficoltà finanziarie degli Enti di area vasta, ha avuto sempre verso la Riserva dello “Stagnone”, consapevole della sua importanza non solo in termini di salvaguardia, gestione, conservazione e difesa del paesaggio e dell’ambiente naturale, ma anche in termine di utilizzazione nell’ambito dello sviluppo dell’economia locale, pur in assenza della redazione dei piani di utilizzazione da parte dei Comuni”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMarsala, il Sindaco Grillo incontra il sottosegretario Cancelleri su progetto bretella autostradale
Articolo successivo“È stato un inferno, ci hanno chiesto perdono”