Divieto di balneazione, causa inquinamento, per un tratto di mare e di costa di 200 m

6120

ALCAMO. E’ entrata in vigore l’ordinanza sindacale riguardante il divieto di balneazione, per il territorio di Alcamo, ai sensi del Decreto Regionale n.256/2021 del Dipartimento Regionale per le attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico.

L’ordinanza prevede il divieto di balneazione, causa inquinamento, per un tratto di mare e di costa di 200 m, all’altezza della Foce Torrente “Canalotto”.

Si prevede altresì che la zona “Fiume San Bartolomeo”, sempre per 200, m è inibita alla balneazione a causa delle immissioni di corsi d’acqua.

Info al link https://alcamo.trasparenza-valutazione-merito.it/web/trasparenza/albo/-/papca/display/1305757?p_auth=xb0uzVYs

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLa movida “rumorosa”
Articolo successivoComuni montani: Lupo: pieno sostegno ai sindaci per legge su ‘zone franche’