Ispezione in corso

1409

Caso Denise: i carabinieri stanno ispezionando la casa di Anna Corona

La Procura di Marsala ha riaperto le indagini sulla scomparsa risalente a settembre 2004  della piccola Denise Pipitone. E questo dopo quanto emerso nelle recenti interviste rilasciate da Piera Maggio, la mamma della piccola che all’epoca aveva 4 anni, e dal suo legale avv. Giacomo Frazzitta. In particolare si è parlato di un pozzetto esistente nell’abitazione di Anna Corona, ex moglie di Pietro Pulizzi, il papà di Denise,che a detta della Maggio non è stato mai ispezionato durante l’immediata fase delle indagini scattate dopo la scomparsa della bambina. La Procura di Marsala ha delegato i carabinieri della scientifica del comando provinciale di Trapani, di eseguire questa ispezione, anche alla ricerca di eventuali tracce di Dna. L’ispezione è attualmente in corso nell’abitazione sita a Mazara del Vallo in Via Pirandello 55, già in uso a Anna Corona. Sul posto i Carabinieri della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale Carabinieri di Trapani per verificare lo stato dei luoghi e se sono stati effettuati lavori edili all’interno. Nei giorni scorsi i pm marsalesi hanno sentito come persona informata dei fatti, l’ex pm Maria Angioni che all’epoca della scomparsa  della bambina fu il magistrato titolare delle indagini. Il magistrato infatti nel corso di una recente intervista ha detto che durante quelle indagini fu percepita una certa fuga di notizie, tanto da indurla a conferire a una forza di polizia diversa da quella fino a quel momento incaricata delle indagini, la delega a nuove indagini. Cinquantamila dollari per chi fornirà notizie utili sul caso di Denise Pipitone, è la ricompensa che Tony Di Piazza, imprenditore italoamericano e consigliere del Palermo, ha offerto come sostegno alle indagini.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCastellammare, prevenzione incendi: obbligo di ripulire i terreni da sterpaglie ed erbacce
Articolo successivoMacabra segnalazione