Trapani, ristorante aperto nonostante il provvedimento di sospensione: denunciato il titolare

811

TRAPANI. I Carabinieri della Compagnia di Trapani, hanno condotto un servizio di controllo, nei territori di Trapani ed Erice, finalizzato al contrasto e repressione dei reati contro la criminalità diffusa, nonché del rispetto delle prescrizioni per il contenimento del Covid-19. Più nello specifico, i Carabinieri hanno denunciato il legale responsabile di un bar-ristorante, sito nella frazione Pizzolungo di Erice, per il reato di inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità. Tale determinazione si è resa necessaria poiché i militari hanno accertato che, nonostante fosse in atto la sospensione dell’attività commerciale per la durata di cinque giorni a causa di pregresse violazioni delle norme di contenimento del Covid-19,  il proprietario continuava a somministrare cibi e bevande ai propri clienti.

Nel medesimo contesto operativo, un 25enne trapanese con precedenti di polizia, è stato denunciato per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti e senza patente in condizione di recidiva. Il giovane, infatti, era stato sottoposto ad accertamenti per verificarne lo stato psicofisico presso il locale Ospedale a seguito del coinvolgimento dello stesso in un incidente stradale. Le analisi cliniche e gli accertamenti dei Carabinieri hanno evidenziato che il 25enne si era messo alla guida del proprio veicolo dopo aver assunto sostanza stupefacente del tipo cocaina e sprovvisto della patente di guida, quest’ultimo reato già commesso nel recente passato dall’uomo.

Nel corso delle attività di perquisizione due uomini sono stati segnalati alla locale Prefettura come assuntori non terapeutici di sostanza stupefacente poiché sorpresi in possesso di una modica quantità di hashish.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Monte Inici diventi una riserva”. Il Consiglio favorevole a portare avanti progetto di valorizzazione
Articolo successivo“Faciemu Scrusciu for future” Flash Mob regionale del coordinamento “Salviamo i Boschi”