Salemi, borse lavoro per persone svantaggiate e disabili

173

Due avvisi del Distretto sociosanitario per imprese e cooperative

SALEMI. Percorsi di reinserimento sociale per chi ha sbagliato nella vita o soffre di dipendenze, ma anche la possibilità di una ‘educazione all’autonomia’ per chi vive disabilità fisiche e psichiche. Con questi obiettivi prende il via anche a Salemi il progetto “Borse Lavoro”, attuato dal Distretto sociosanitario 53 di Mazara del Vallo attraverso due avvisi previsti destinati agli operatori economici e alle cooperative sociali. L’iniziativa, che ha una durata biennale, vede coinvolto anche il Comune di Salemi, guidato dal sindaco Domenico Venuti, che fa parte del Distretto e che fornirà agli interessati le informazioni richieste attraverso gli indirizzi mail g.benenati@cittadisalemi.it e protocollo@pec.cittadisalemi.it, oltre che con il numero di telefono 0924991308.

Il primo avviso prevede la promozione di percorsi di inclusione sociale e lavorativa per per facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro: una occasione per effettuare una vera esperienza con le aziende che prevede il rispetto degli orari, dei programmi lavorativi e dei ruoli, oltre che l’acquisizione di competenze spendibili poi nel mercato del lavoro. I beneficiari dell’iniziativa saranno comunicati dal Serd (Servizio per le dipendenze), dall’Uepe (Ufficio per l’esecuzione penale esterna) e dall’Ussm (Ufficio di servizio sociale per minorenni): saranno impiegati in attività lavorative di supporto per un massimo di tre ore al giorno per un periodo di sei mesi. Le aziende o le cooperative sociali che intendono aderire al progetto dovranno presentare la domanda tramite posta elettronica certificata entro il 24 maggio al Comune di Mazara del Vallo (all’indirizzo gabriella.marascia@comune.mazaradelvallo.tp.it), ente capofila.

Il secondo avviso, invece, è dedicato ai portatori di handicap fisici e psichici. Anche in questo caso si punta a un percorso di inclusione sociale e lavorativa attraverso le aziende o le cooperative sociali che aderiranno. I beneficiari saranno individuati dal dipartimento di Salute mentale e dall’Unità di valutazione multidisciplinare, con il supporto dei Servizi sociali del Comune: anche in questo caso l’impegno è fino a un massimo di tre ore al giorno per un periodo di sei mesi. Le domande di adesione, indirizzate sempre al Comune di Mazara del Vallo, in questo caso dovranno essere inviate via pec entro il 31 maggio.

“Dalla partnership tra gli enti locali, le imprese e le cooperative sociali nasce l’opportunità di imparare un mestiere e capire l’importanza di una assunzione di impegni – afferma Rina Gandolfo, assessore ai Servizi sociali del Comune di Salemi -. Una chance per chi ha commesso degli errori ma anche per coloro i quali possono provare a superare le proprie difficoltà vincendo la sfida con se stessi”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePantelleria, furto di energia elettrica: 2 denunce dei Carabinieri
Articolo successivoGiornata Mondiale del Libro, a Trapani Comune e Biblioteca aderiscono a “Il Maggio dei libri”