Trapani, boss arrestato per violenza sessuale su due minori

1903

In manette il Vincenzo Spezia, ritenuto fedelissimo del latitante Matteo Messina Denaro, accusato di violenza sessuale su due minori

TRAPANI. I Carabinieri del Ros hanno arrestato Vincenzo Spezia, il figlio dello storico capomafia di Campobello di Mazara morto nel 2009, Nunzio Spezia. Era tornato in libertà nel 2019, dopo avere scontato una condanna per associazione mafiosa e traffico di droga. Accusato di omicidio negli anni 90’, era riuscito a fuggire in Venezuela, per poi essere arrestato a Valencia nel 1996.

Dalle intercettazioni dei Carabinieri del Ros questa volta non sono emerse informazioni utili sul super latitante Matteo Messina Denaro, di cui Spezia è ritenuto un fedelissimo, ma sono emersi degli abusi su due minori. Così è scattato il provvedimento urgente di fermo nei confronti del boss mafioso. Adesso Vincenzo Spezia si trova rinchiuso nel carcere “Pietro Cerulli” di Trapani. Ad occuparsi dell’orrenda vicenda il Procuratore Massimo Russo, attualmente a capo della Procura dei minori di Palermo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTrapani, Comuni dicono no al parco eolico “off shore” Renexia 
Articolo successivoCovid, zona arancione nella Provincia di Palermo, la città resta rossa