A2, Th Alcamo a Salerno grande prova dei suoi giovani, ma alla fine deve cedere

564

Bastano i primi due minuti di gioco del match di Salerno per capire la stagione della Th Alcamo.

Contropiede del Lanzara, Saitta recupera come un razzo e ruba praticamente palla dopo un leggero contatto al giocare avversario sui sette metri.
Cenno d’intesa tra i signori De Marco e Carcea che decidono di squalificare Saitta, per lui la partita è durata 44 secondi una Sorta di Record nella Pallamano italiana.
Probabilmente una sanzione di due minuti sarebbe stata più giusta soprattutto perché non è stata messa a rischio l’incolumità del giocatore che stava andando al tiro.
Questo episodio sarà comunque fondamentale nell’economia della partita.
Ma come si sa i guai non vengono mai da soli, perché a distanza di poco meno di un minuto  Grizzo schierato come Terzino, nel ricadere da un tentativo di  tiro in elevazione, subibisce una brutta distorsione alla Caviglia Sinistra nel ricadere.
Partita finita, probabilmente stagione finita per Grizzo, ricordiamo come la Th Alcamo si era presentata a Salerno senza gli infortuni Fagone e Dattolo, Scire’ squalificato e Lipari per impegni di lavoro.
Comunque la reazione dei ragazzi di Benedetto Randes sarà fantastica perché dopo i primi momenti di scoraggiamento,  Th Alcamo con in campo praticamente l’under 19, con soli tre fuori quota( Saullo, Giorlando e Governale) passerà dal 11-4 della metà del primo tempo, al 13-11 del finale della prima parte del match.
Con Pizzitola in cabina di regia, Cicirello a bucare la difesa campana e a prendersi sulle spalle l’attacco alcamese e con Trovato e Orlando efficaci in attacco e in difesa, la Th Alcamo riesce a restare in partita , complici anche le rotazioni di Coach di Manoilovic.
Un 13-11 quasi miracoloso per quanto accaduto nei primi due minuti di gioco alla Th Alcamo, ma si sa, quando le cose devono andare storte alla fine andranno anche peggio, perché quando mancano 17 minuti alla fine sul risultato di 22-19, con in campo il sette base del Lanzara da inizio ripresa, Cicirello (nella foto al tiro) in un eccesso di genorosita nel tentativo di recuperare in contropiede su un avversario, praticamente stessa identica situazione dell’espulsione di Saitta, viene anche lui squalificato.
Peccato perché il neo 18enne alcamese lascia  il campo con nove reti all’attivo e probabilmente sarebbe andato in doppia cifra, tenendo in partita la sua squadra.
Purtroppo la partita finisce lì, senza cambi Benedetto Randes deve lanciare a Tempo pieno Gaspare Vaccaro, mentre Pizzitola autore di una grande prestazione nel ruolo di centrale sarà alla fine tra i migliori del match in casa Th Alcamo.
 Con soli 5 giocatori di movimento in campo negli ultimi 3 minuti, con Giorlando richiamato in panchina per crampi, insieme ai due portieri Stellino e Governale, autori di una buona prestazione il match si chiude sul 37-23, con l’esordio in porta in A2 di Giulio Martino con la Th Alcamo che esce dal Pala Palumbo a Testa Alta con i suoi Giovani autori di una grande prestazione guidati da capitan Saullo, l’ultimo Senior rimasto in campo.
Una volta tanto classifica e prossimo turno passano in secondo piano.
Comunicato
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAlcamo: inizia la pulizia dell’arenile di Alcamo Marina
Articolo successivoFrana via per Camporeale: Illegittima apertura strada privata “Scalilla”