Sequestrati presso il Poseidon 1600 Dispositivi di Protezione Individuali non conformi

709

I Finanzieri della Tenenza di Carini, nell’ambito dall’intensificazione del controllo economico del territorio disposta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Palermo in materia di sicurezza dei prodotti, hanno sequestrato presso un’attività commerciale ubicata all’interno del centro commerciale POSEIDON, 1.600 dispositivi di protezione individuale privi dei requisiti di conformità alle normative europee e nazionali.

In particolare, nel corso del controllo, i militari operanti hanno constatato che la merce posta in vendita, 1600 guanti in vinile, era priva del marchio CE (sostituito con un bollino adesivo per trarre in inganno l’ignaro acquirente), non riportava sulle confezioni alcuna indicazione in lingua italiana ed era sprovvista delle ulteriori indicazioni minime (produttore, importatore, luogo d’origine, particolari istruzioni e precauzioni per l’utilizzo), previste dal Codice del Consumo (D.Lgs. 206/2005).

Per quanto sopra il rappresentante legale della società è stato segnalato alla locale Camera di Commercio ai sensi del Codice del Consumo che prevede, oltre al sequestro amministrativo della merce, l’irrogazione di una sanzione pecuniaria che va da un minimo di €. 516 a un massimo di €. 25.833.

Continuano, incessanti, i controlli delle Fiamme Gialle in tutta la provincia palermitana al fine di verificare il rispetto delle misure di sicurezza adottate dall’Autorità Governativa nonché contrastare ogni forma di illegalità economica, a tutela dei consumatori e degli esercizi commerciali che operano nel rispetto delle norme.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePrenotazione vaccini in Sicilia, Poste Italiane al fianco della Regione
Articolo successivoAbbandono rifiuti: individuati finora 150 trasgressori ad Erice