Condanna definitiva per associazione mafiosa, torna in carcere l’ex geometra del Comune di Santa Ninfa

1146

SANTA NINFA. Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione di Santa Ninfa hanno dato esecuzione all’ordine per la carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Marsala, nei confronti di Ugo DI LEONARDO classe 42,  in atto detenuto agli arresti domiciliari, ex geometra del comune di Santa Ninfa.

Lo stesso, già tratto in arresto nell’agosto del 2015 nell’ambito dell’operazione convenzionalmente denominata “Ermes”, coordinata dalla Procura distrettuale Antimafia di Palermo che aveva portato all’arresto di 11 esponenti di vertice delle famiglie di Cosa nostra trapanese che gestivano il sistema di comunicazione del latitante Matteo Messina Denaro, è stato condannato alla pena di 12 anni di reclusione con sentenza del Tribunale di Marsala nel 2017, confermata dalla Corte d’Appello di Palermo e divenuta definitiva lo scorso 8 marzo. Il centro di smistamento dei “pizzini” si trovava in un casolare, nelle campagne tra Mazara del Vallo, Salemi e Castelvetrano.

Di Leonardo è risultato essere appartenente al sodalizio mafioso “Cosa Nostra”, organico alla famiglia di Partanna (TP), ed inserito nella riservata rete di trasmissione dei “pizzini” provenienti da e diretti al latitante Messina Denaro Matteo.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale “Pietro Cerulli” di Trapani su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

AGGIORNAMENTO

Di Leonardo è stato scarcerato e prosegue ai domiciliari.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTrapani. Importazioni e commercio di pellet con marchi contraffatti
Articolo successivoFurti in serie in mensa ospedale, arresti e 36 indagati