Gal Valle del Belice, si chiude la presidenza Venuti: “Attivati bandi per oltre un milione di euro”

262

SALEMI. Quattro bandi per le imprese che attiveranno investimenti superiori al milione di euro nei settori dei servizi turistici e della ristorazione, oltre che della ricettività turistica, favorendo anche il rafforzamento delle reti di imprese agroalimentari ai fini della produzione e della commercializzazione. È il bilancio delle attività del Gal Valle del Belice negli anni di presidenza di Domenico Venuti, sindaco di Salemi, che ha ultimato il suo mandato passando il testimone al nuovo Cda.

I quattro bandi pubblicati dal Gal Valle del Belice – che mette insieme 12 Comuni delle province di Trapani, Agrigento e Palermo – rientrano nel Piano di azione locale del ‘Programma leader Sicilia’. Il bando ‘6.4c-Servizi’ finanzierà imprese nel settore dei servizi turistici e della ristorazione, mentre il ‘6.4c’ stimolerà la ricettività turistica di qualità. Con il bando ‘16.3’, invece, il Gal Valle del Belice intende sostenere la creazione di reti fra le imprese del territorio, soprattutto per quanto riguarda le filiere dell’agroalimentare, del turismo sostenibile e dei beni culturali. l’ultima misura, ‘7.2’, dedicata alle infrastrutture di piccola taglia, finanzierà la realizzazione di un’area mercatale presso la ex stazione ferroviaria della Gurfa, nel Belice agrigentino.

“Da un anno a questa parte abbiamo vissuto tempi complicati a causa della pandemia ma siamo comunque riusciti a concretizzare un importante lavoro partito da lontano – afferma Venuti – che consentirà di erogare finanziamenti importanti per un settore che ha voglia di lasciarsi alle spalle le difficoltà sorte con il Covid e di ripartire con slancio. Abbiamo anche dato vita a diversi incontri con le imprese sul territorio portando avanti, grazie anche alla dottoressa Eufemia Papalia, una attività di animazione e informazione in merito alle misure attivate – continua Venuti -. Con questi bandi diamo impulso ai servizi turistici, alla ristorazione e alla trasformazione alimentare, punto di forza del territorio del Gal – prosegue -. Con la misura sulla cooperazione, inoltre, favoriamo la creazione di un sistema di imprese che, lavorando insieme su diversi aspetti, come ad esempio il marketing e la commercializzazione dei prodotti, potranno affermarsi sul mercato diventando anche sponsor di un territorio che offre tanto”.

Da parte di Venuti, inoltre, un auspicio: “I Gal sono realtà importanti che conoscono territori, per questo sono convinto che le loro conoscenze debbano essere valorizzate coinvolgendo queste strutture nelle scelte sul Recovery plan”. Il presidente uscente del Gruppo di azione locale ha infine rivolto un ringraziamento alle strutture amministrative: “Ringrazio gli uffici e tutte le componenti del Gal per la loro alta professionalità, così come il direttore Alessandro La Grassa. Abbiamo lavorato al meglio, puntando su progetti strategici realmente utili per il territorio – conclude Venuti -. Sono sicuro che il lavoro fatto darà buoni frutti con la nuova governance”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteErice, tutti i cantieri in itinere nel territorio comunale
Articolo successivoCastellammare, il PD entra in consiglio Comunale con la Consigliera Titola