21 marzo: “Mafie e organizzazioni criminali in tempo di Covid”, incontro al Matterella-Dolci

421

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Mercoledì 17 marzo, presso l’istituto Superiore Mattarella-Dolci, si è tenuto l’incontro in web conference sul tema “Mafie e Organizzazioni criminali in tempo di COVID-19”.  L’incontro, secondo appuntamento all’interno del progetto “A scuola di Emozioni e comportamenti virtuosi, in tempo di coronavirus”, in collaborazione con l’associazione Bommarito contro le mafie- Onlus, rientra nelle attività che la scuola organizza per coltivare la memoria delle vittime innocenti delle mafie e promuovere la legalità. Sono intervenuti la dirigente scolastica prof.ssa Agueci Caterina, il procuratore Dott. Leonardo Agueci, il Comandante della compagnia dei Carabinieri di Alcamo, Luca De Vito, la dott.ssa Francesca Bommarito e Salvatore Bommarito. Importanti le parole pronunciate dal procuratore Agueci e dal comandante De Vito che sottolineano come oggi la mafia lavora in silenzio, approfittando della crisi provocata dalla pandemia per arricchirsi e carpire ancora il consenso sociale di chi sta in difficoltà economica. La pandemia non solo non ha fermato i traffici illeciti delle organizzazioni mafiose ma le due cose si sono intrecciate sviluppando ulteriormente alcune attività illecite. Gli studenti coinvolti sono intervenuti per ribadire che non vogliono essere associati, come siciliani, alla mafia ma anche la difficoltà nel riconoscere un’attività mafiosa perché spesso questa si presenta in maniera del tutto legale. Chiaro il messaggio scaturito dall’incontro: bisogna continuare a vigilare ed è necessaria la collaborazione di tutta la società civile.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSigle sindacali e amministrazione marsalese a confronto
Articolo successivoLa DIA confisca beni e società per 4 milioni di euro a noto commercialista