Palermo, tenta di fuggire gettando dal finestrino la busta con la cocaina

1102

Si tratta dell’ex direttore Econord per Erice e Favignana

Prova a sbarazzarsi della droga: arrestato. I Carabinieri della “Squadra Lupi” del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Palermo, nella flagranza di reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale, hanno arrestato il 47enne palermitano Salvatore Celestre, attualmente domiciliato a Catania. E’ stato direttore dell’Econord per Erice e Favignana.
I militari stavano percorrendo il viale Kennedy a Palermo quando, giunti all’ultima rotatoria, hanno notato una Skoda Octavia di colore bianco il cui guidatore, con una condotta di guida “irruenta”, stava dirigendosi verso la zona industriale.
Ovviamente l’attenzione dei militari si è focalizzata su quell’autovettura e sul suo conduttore che, appena si è accorto della paletta dei carabinieri che gli intimavano di accostarsi, ha invece attuato una condotta di guida dissennata mettendo in pericolo l’incolumità degli altri utenti della strada nonostante fosse inseguito a sirena accesa.
L’uomo ha arrestato più volte la propria autovettura salvo poi ripartire sgommando, zigzagando tra i veicoli e cercando di “seminare” i Lupi ma, vista l’impossibilità di riuscire nel suo intento ha lanciato come ultimo tentativo un involucro dal finestrino, proseguendo ancora la sua corsa infine poi interrotta da un’audace manovra dei suoi inseguitori.
Mentre un’altra pattuglia recuperava la busta di plastica di cui si era disfatto durante la fuga, contenente 105 grammi di cocaina in pietra, l’uomo è stato sottoposto a perquisizione e trovato in possesso di 135 euro quindi, espletate le formalità di rito, è stato posto agli arresti domiciliari in attesa delle determinazioni dell’Autorità Giudiziaria.
* fonte LiveSicilia.it

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCovid: in Sicilia altre cinque “zone rosse” e scuole chiuse in 24 Comuni
Articolo successivoPercepivano illecitamente il reddito di cittadinanza, individuati dalle Fiamme Gialle