Due anni dalla scomparsa di Sebastiano Tusa

404

Sono trascorsi due anni dalla morte di Sebastiano Tusa, l’archeologo siciliano ed assessore ai Beni Culturali della Regione Siciliana, morto nell’incidente aereo  avvenuto in Etiopia. Sebastiano Tusa è morto il 10 marzo, il giorno che la storia ricorda come la data della celebre Battaglia della Egadi, che tra tutte le scoperte della sua lunga carriera, era quella di cui andava più orgoglioso. L’Amministrazione Comunale di Trapani lo vuole ricordare con un video del giornalista Alberto Angela sui ritrovamenti della Battaglia delle Egadi. Il nostro mare di Sicilia, prezioso “museo sommerso”, è un inesauribile libro delle meraviglie che  svela le sue pagine ricche di storia.
“A Sebastiano Tusa, che a questa Terra ha dedicato le sue ricerche e le scoperte archeologiche che ne sono seguite, contribuendo ad elargire conoscenza e innovazione e a trasmettere passione per la storia e la cultura” . Questa è la dedica che Giacomo Tranchida, sindaco di Trapani, ha apposto all’interno del dossier di candidatura di Trapani a Capitale Italiana della Cultura 2022. Un messaggio che oggi riproponiamo per mantenere vivo il ricordo di un uomo  di profonda  cultura.
“Questo è il nostro tributo al ricordo di Sebastiano Tusa che tanto ha fatto per la nostra terra, un esempio imprescindibile e prezioso. Il suo ricordo sia monito per noi e per tutti coloro che sono impegnati nella tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale e nella diffusione dei saperi” così dichiara Rosalia D’Alì, assessore alla cultura del Comune di Trapani.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteGli aggiornamenti del 10 marzo sul coronavirus nel trapanese: 504 positivi
Articolo successivoFesta durante il covid, intervengono i carabinieri