“Strade di Donna”: Iotti, Morante e Montessori, 3 donne scelte dagli studenti del Mattarella-Dolci

788

Progetto “Strade di Donne”, gli studenti del Mattarella-Dolci hanno scelto Nilde Iotti, Elsa Morante e Maria Montessori in occasione dell’8 marzo

Nilde Iotti, Elsa Morante e Maria Montessori, queste le tre donne scelte dall’Istituto Mattarella Dolci di Castellammare del Golfo per la Giornata Internazionale della Donna.

Insieme alle Scuole e Associazioni del territorio, raggruppate nel coordinamento “Donne in Movimento”, l’Istituto riprende il progetto “Strade di Donna” iniziato lo scorso anno ma interrotto a causa della Pandemia.

Il progetto prevede la richiesta della variazione della toponomastica della cittadina di Castellammare del Golfo, intitolando strade, rotonde, svincoli, ecc.. a donne che hanno fatto la storia nella nostra Nazione. L’intitolazione delle strade è frutto di una scelta culturale e politica che risente del clima dei tempi. Nel territorio italiano la media delle vie intitolate alle donne è del 5 %, mentre quelle intitolate agli uomini è del 40%. È arrivato il momento di dare un segnale di cambiamento e attribuire al ruolo delle donne il giusto peso che hanno avuto nella storia, a partire dalla toponomastica.

Un percorso di Cittadinanza Attiva che ha portato le ragazze e i ragazzi a riscoprire donne di Scienza, Arte, Letteratura, Politica, ecc.., le cui storie di vita hanno trasmesso modelli positivi di sensibilizzazione sul tema della parità e della riduzione del divario di genere, che passa anche per le vie delle nostre città.

Sui tre personaggi femminili, le classi coinvolte nel progetto, 4E, 4H e la classe 5H dello scorso anno scolastico, hanno effettuato un lavoro di approfondimento sulle loro vite e le opere decorando in modo creativo le sagome corrispondenti.

Inoltre, è stato realizzato un tour virtuale, che ci porterà per le strade del centro di Castellammare del Golfo in cui le donne si appropriano simbolicamente di spazi e strade almeno per un giorno.

“Il progetto – spiegano – su descritto è stato poi integrato dalla Commissione Cittadinanza Attiva e legalità che, nella giornata dell’8 Marzo, ha organizzato un’attività in cui tutte le studentesse e gli studenti dell’Istituto si sono impegnati nella ricerca e scoperta di tante altre “Storie di Donne”, che saranno oggetto di intitolazione di alcune aule/laboratori/palestre della nostra scuola”.

“Dico alle mie Nipoti: attente, fate la guardia, perché le conquiste non sono mai definitive. Quando le donne si sono impegnate in battaglia, le vittorie sono vittorie per tutta la società”. (Tina Anselmi).“È questo il monito, -spiegano – che facciamo nostro e lasciamo alle giovani ragazze, future donne della nostra società.

8 marzo, “Donne in Movimento” a Castellammare: “500 firme per intitolare strade a 10 donne”

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente8 marzo, uno “Sportello donna” in tutti i centri per l’impiego
Articolo successivoMattarella: “Rispettare e ascoltare le donne vuol dire lavorare per rendere migliore la nostra società”