Istruzione, Lagalla incontra il neo ministro Bianchi: “Grande attenzione ai territori”

345
Attività didattiche in presenza in piena sicurezza, maggiori investimenti in edilizia scolastica, iniziative per promuovere l’inclusione dei soggetti con maggiore fragilità. Sono tra i principali argomenti affrontati oggi, durante il primo incontro, in videoconferenza, tra il nuovo ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, e gli assessori all’Istruzione delle regioni italiane.

Per la Regione Siciliana ha partecipato l’assessore Roberto Lagalla che, con gli altri colleghi, ha apprezzato la tempestività con cui il ministro ha voluto rivolgersi alle autonomie territoriali. Sul tema della sicurezza sanitaria nelle scuole, l’esponente del governo Musumeci ha illustrato i risultati dell’ampio monitoraggio anti-Covid condotto sulla popolazione scolastica, ma anche il modello di vigilanza sanitaria disposto all’interno degli istituti scolastici, nonché l’avvio del piano vaccinale rivolto agli operatori della scuola.

“Con il nuovo ministro si è creato un immediato clima di collaborazione – sottolinea l’assessore Lagalla – Bianchi ha posto attenzione al lavoro svolto sui territori, nella condivisa ottica di assicurare sicurezza e continuità alle attività didattiche”.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Scrigno” rinvio a marzo
Articolo successivoCastellammare, viaggio tra i beni confiscati: tra abbandono e riutilizzo sociale (1/2)