Il sindaco di Stazzema propone legge antifascista. L’Anpi Trapani invita a firmare.

644
Il Sindaco di  Stazzema, città simbolo della Resistenza – dove in località Sant’Anna di Stazzema, il 12 agosto del 1944 le S.S tedesche, con la complicità dei  fascisti italiani, compirono uno degli eccidi più atroci – ha proposto una Legge Antifascista di iniziativa popolare che possiamo riassumere in  “Norme contro la propaganda e diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti”.
In tutta Italia si stanno raccogliendo le firme necessarie perché la proposta possa arrivare in Parlamento. A Trapani le firme si raccolgono presso tre sedi del comune di Trapani, in particolare:
– presso i servizi demografici in Piazza San Francesco di Paola
– presso l’URP all’inizio di Via Garibaldi
– presso Ufficio Protocollo di Palazzo D’Alì
La raccolta di firme scade il 31 marzo
In tutta Italia sono migliaia i cittadini, gli intellettuali, i giornalisti, donne e uomini dello spettacolo, come Benigni, che hanno già firmato e hanno invitato a firmare la proposta di legge.
Anche l’ANPI di Trapani, come ha già fatto  l’ANPI nazionale,  lancia un invito ai cittadini, a tutti i democratici perché raccolgano l’appello .
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteRiaperta la rampa sull’A29 Dir in direzione Palermo
Articolo successivoAssolto dall’accusa di spaccio