Marsala. Contributi ordinari per attività sociali e culturali. Trasferimento dell’Itet nell’ex Tribunale

387

Con un Avviso Pubblico, il settore Attività Produttive del Comune di Marsala ha reso noti i requisiti per accedere al contributo economico ordinario previsto dal relativo Regolamento comunale. Interessati sono Enti, Associazioni, Cooperative, Comitati, Centri Studi, Parrocchie e soggetti similari, senza scopo di lucro/onlus, che svolgono attività socioculturali, del tempo libero, del turismo e dello spettacolo. Per concorrere all’assegnazione del beneficio economico, entro il prossimo 28 Febbraio va presentata apposita richiesta, con la documentazione e secondo le modalità indicate nel bando, online sul sito web istituzionale
http://www.comune.marsala.tp.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/30651

E sempre dal Comune di Marsala:

Con l’Atto di Indirizzo approvato nei giorni scorsi dal Consiglio comunale, di fatto, è stata avviata la procedura per consentire il trasferimento dell’Itet nell’ex Tribunale. Ieri, il sindaco Massimo Grillo e il presidente Enzo Sturiano hanno incontrato a Palazzo Municipale il Commissario del Libero Consorzio Raimondo Cerami, cui hanno ufficializzato la volontà dell’Amministrazione comunale. È stato il sindaco Grillo ad illustrare i contenuti del documento che impegna i due Enti alla stipula di un Protocollo d’Intesa. In esso saranno indicate le condizioni e riportati i passaggi – verifiche strutturali, studi di fattibilità per la viabilità, risorse per le ristrutturazioni, ecc. – che dovranno essere soddisfatti, prima dei trasferimenti, per entrambi gli edifici: quello di Piazza Borsellino (per l’Itet) e l’altro di via Fici (per gli Uffici comunali). Il Commissario Cerami ha avuto parole di apprezzamento per il significativo passo avanti della questione, “nuovamente aperta a soluzione grazie al sindaco Massimo Grillo e che ha trovato l’importante sostegno del Consiglio comunale”. Dal canto loro, sia il sindaco Grillo che il presidente Sturiano, auspicano che il Libero Consorzio possa celermente soddisfare tutte le condizioni propedeutiche ai trasferimenti, avviando così i necessari lavori di adeguamento per entrambi gli immobili.
L’incontro istituzionale ha costituito anche l’occasione per discutere dell’Accordo di collaborazione che dovrà definirsi a breve per assicurare alla città di Marsala ulteriori benefici dalla stessa intesa. Si ipotizzano, tra l’altro, il trasferimento al Comune della gestione della Riserva naturale dello Stagnone e il mantenimento del Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteOmesso versamento di tributi. Confisca di 350 mila euro
Articolo successivoL’Anpi di Trapani “incontra” gli studenti. Medaglia d’onore al prof. Giuseppe Monticciolo