C’è da spostare una macchina

10076

Il ritornello della famosa canzone di Francesco Salvi? Sembra potersi adattare al nostro caso

Un ritornello simpatico per una canzone divertente. Era il 1988 e la lanciò il cabarettista Francesco Salvi. Canticchiarla è facile, c’è da spostare una macchina…è un diesel, e via dicendo, una macchina da spostare e da mettere la o qua…Direte, oppure anche no, cosa c’entra Salvi e la sua canzone con la cronaca giornaliera? E perché da qualche tempo in città ha fatto la sua comparsa una fiammante Ferrari. Sebbene è da molto tempo che è facile vederla in giro per la città, c’è da dire che l’occhio di chi la vede spesso si abbatte con certa invidia su quella vettura color rosso fiammante. Ma talvolta al posto dell’invidia subentra un tanto di rabbia-. L’auto infatti talvolta la si trova posteggiata in zona rimozione e divieto di sosta, di fronte al Tribunale, in via XXX Gennaio, come può vedersi dalla foto qui pubblicata, dove è facile vedere un’altra vettura posteggiata sotto il cartello rimozione e sulle strisce pedonali, almeno quello che resta del segnale di passaggio per i pedoni. Si sa che i nostri vigili urbani sanno essere fin troppo zelanti oppure fin troppo di larga manica, non conoscono una via di mezzo, ma nel caso della Ferrari facile da trovare posteggiata in zona rimozione, pare che i vigili non hanno colpe da nascondere. La vettura, assicurano dal comando dei Vigili Urbani, è puntualmente fatta oggetto di contravvenzione, ma la rimozione è impossibile. L’impossibilità è presto spiegata: i titolari delle aziende incaricate della rimozione delle auto non sono disposti ad assumersi la responsabilità di caricare su un proprio mezzo quella Ferrari, un eventuale danno sarebbe una jattura, prosciugherebbe i ricavi dell’attività. Ricordate il celebre film di Sordi “Il Marchese del Grillo”? Che per dispetto non volendo pagare un falegname ebreo per sfizio e sfregio spese tre volte di più per corrompere il giudice che respinse la richiesta creditizia. Viene da pensare che il proprietario della Ferrari abbia comprato, spendendo certamente una cifra, la bellissima auto proprio per far dispetto a Vigili Urbani e carro attrezzi. Buon per lui.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMorte Roberta Siragusa, fermato il fidanzato
Articolo successivoL’Anm ricorda l’assassinio del magistrato Ciaccio Montalto
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.