100 anni di Partito Comunista Italiano… ad Alcamo. Le varie fasi fino allo scioglimento

1546

Partito Comunista Italiano, a prescindere da posizioni politiche, non si può che dire: una componente sociale e politica cruciale nel panorama italiano e mondiale. 100 anni di otta e cambiamenti

Foto inviataci da Vincenzo Amodeo

Parlando dei 100 anni del Partito Comunista italiano, non si può prescindere dal sottolineare la peculiarità dei Comunisti italiani, che si sono distinti per cercare sempre una strada diversa, il guardare sempre al futuro con “Terza Via” e lo spostarsi verso il socialismo europeo di berlingueriana memoria, ma da non sottovalutare la rinuncia al termine comunista del dopo caduta del muro di Berlino, una scelta necessaria e supportata da un cambiamento sostanziale e reale, ma anche una giusta prosecuzione dell’idea di partito di Berlinguer.

Per capire meglio le varie fasi della vita del Partito Comunista Italiano il miglior metodo è raccontare ciò che succedeva nelle sezioni locali, cioé sentire la voce del territorio, così abbiamo intervistato Leonardo Pipitone, storico esponente del PCI di Alcamo, nel trapanese.

 

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTornino le farfalle a volare. Gli Spiriti
Articolo successivoOggi la Sicilia piange un’altra giovane donna: Roberta. 
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.