Bando Inail Isi 2020

1312

Ogni anno l’INAIL pubblica un bando (Bando INAIL ISI) mettendo a disposizione delle imprese dei fondi per l’incremento della salute e della sicurezza sui posti di lavoro. Infatti il bando ha l’obiettivo di incentivare le imprese, con un contributo a fondo perduto fino al 65% dell’investimento, a realizzare progetti per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti.

I beneficiari del bando possono essere tutte le imprese che operano nel territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato ed agricoltura e gli Enti del terzo settore. Non possono partecipare a tale Avviso le micro e piccole imprese agricole, a queste ultime è stata destinata la recente iniziativa ISI agricoltura 2019-2020

I progetti ammissibili devono prevedere un miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti.

In progetti ammissibili possono suddividersi in:

  • Progetti di investimento per riduzione rischi lavoratori. Tali progetti devono prevedere l’eliminazione o la riduzione di alcuni rischi legati alla produzione aziendale e classificati dall’Inail. Il progetto di investimento può prevedere la riduzione/eliminazione di un solo rischio identificato (per esempio rischio da vibrazioni meccaniche, rischio rumore, etc)
  • Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC)
  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della Pesca e della Fabbricazione dei mobili. Un budget apposito è previsto per tali settori e per i rischi insiti in tali produzioni.

Le agevolazioni concedibili variano a seconda del progetto di riferimento e in sintesi prevedono un contributo a fondo perduto pari al 65% dei costi ammissibili fino ad un contributo massimo € 130.000 per tutte le tipologie dei progetti di cui sopra e un contributo massimo per progetti nel settore Pesca e Fabbricazione di Mobili € 50.000.

Sono ammesse a finanziamento le spese direttamente necessarie alla realizzazione del progetto, le eventuali spese accessorie o strumentali funzionali alla realizzazione dello stesso e indispensabili per la sua completezza, nonché le eventuali spese tecniche.

Per la presentazione dei progetti L’INAIL entro il 26/02/2021 l’Inail dovrebbe dare aggiornamenti in merito alla presentazione e all’invio delle domande di accesso alle agevolazioni.

I progetti inseriti devono avere un punteggio minimo da raggiungere tramite l’inserimento delle variabili richiesti e di vari parametri (dimensione aziendale, settore di riferimento, tipologia di intervento, condivisione con parti sociali, altro).

Una volta caricate le domande nella piattaforma dell’Inail verranno prese in considerazione soltanto quelle che raggiungono il punteggio minimo previsto.

Tutte le domande che avranno il punteggio minimo potranno poi partecipare alla successiva fase di prenotazione dei fondi tramite click day. Per la definitiva assegnazione dei fondi alla ditta si dovrà successivamente inviare, entro i termini stabiliti, tutta la documentazione di rito tra cui una perizia tecnica che attesti la riduzione del rischio previsto tramite l’investimento previsto.

Per maggiori informazioni consultate il sito dell’Inail al seguente link https://www.inail.it/cs/internet/attivita/prevenzione-e-sicurezza/agevolazioni-e-finanziamenti/incentivi-alle-imprese/bando-isi-2020.html.

Benedetto La Torre

Dottore commercialista e revisore legale.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCastellammare, dal drive in zero positivi su 677 test rapidi
Articolo successivoGiovanni Palermo (Forza Italia): “Buon lavoro al neo Assessore Regionale Forzista Toni Scilla”