Polizia Penitenziaria: protocollo sanitario ok, ma accelerare con le vaccinazioni

827

“Come avevano purtroppo preannunciato, le carceri e la Polizia Penitenziaria si confermano delle vere trincee contro il coronavirus, è in questo momento di pandemia era chiaro che non volevamo corsie preferenziali, ma solo la consapevolezza che gestire focolai di contagi nelle carceri non solo e complicato ma potrebbe essere anche pericoloso su altri versanti”

Queste sono le parole dei Segreterai Regionali di SAPPE (Calogero Navarra), OSAPP (Davide Scaduto)UILPA Polizia Penitenziaria (Gioacchino Veneziano), FNS CISL (Domenico Ballotta) USPP (Francesco D’Antoni) FP CGIL (Alfio Giurato) dopo la notizia di oltre 30 detenuti ristretti al carcere Lorusso di Palermo Pagliarelli, positivi al covid-19.

Per i leader regionali dei sindacati della Polizia Penitenziaria questa è la conferma che con la firma del Protocollo Sanitario Protocollo in tema di prevenzione e contenimento del rischio da contagio da COVID-19 nei luoghi di lavoro e nei servizi degli Istituti penitenziari e sedi dell’amministrazione penitenziaria, che avverrà il 20 gennaio p.v. si alzeranno le barriere verso il contagio dal coronavirus…

L’opportunità di avere questo strumento, continuano i sindacalisti regionali di Sappe, Osapp, UilPa Polizia Penitenziaria, Fns Cisl, Uspp, Fp Cgil è stata utilissima, e dobbiamo dare atto cheil Capo del DAP Presidente Bernando Petralia e il Provveditore Regionale della carceri Siciliane D.ssa Cinzia Calandrino, unitamente all’Assessore alla Salute Ruggero Razzacon una costante ed incessante interlocuzione hanno accelerato per risolvere le questioni sollevate dai sindacati…

Per quanto riguarda la situazione dei detenuti contagiati nel penitenziario Palermitano, l’ASP di Palermo ha inviato otto medici dell’USCA per fare tamponi a tappeto a tutti i detenuti e da lunedì al personale, siamo certi concludono i sindacalisti Regionali di SAPPE (Calogero Navarra), OSAPP (Davide Scaduto) UILPA Polizia Penitenziaria (Gioacchino Veneziano), FNS CISL (Domenico Ballotta) USPP (Francesco D’Antoni), FP CGIL (Alfio Giurato) che l’Amministrazione a tutti i livelli di responsabilità gestirà al meglio la grave situazione, aumentando l’impegno di una maggiore tutela verso i lavoratori della Polizia Penitenziaria che a causa del proprio incarico si vedono costretti a combattere con questo virus che circola in un modo viscido e che non consente margini di errori nel difficilissimo compito di gestione dell’ordine pubblico all’interno delle carceri, ragion per cui è necessario accelerare al massimo la campagna di vaccinazione tra il personale e i detenuti…

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteErice, tre ordinanze sindacali con nuove misure per contenere il contagio
Articolo successivoScarcerato Fanara