D’Alì, revocata misura

1473

In appello rimosso l’obbligo di dimora

La Corte di Appello di Palermo ha depositato oggi la decisione di revocare l’obbligo di dimora che era stato imposto all’ex senatore e sottosegretario all’Interno Antonio D’Alì. Il Tribunale delle misure di prevenzione di Trapani aveva assunto questa decisione nell’agosto del 2019, riconoscendo al politico trapanese la pericolosità sociale, imponendo l’obbligo di dimora per tre anni. In Appello adesso i giudici hanno deciso la revoca del provvedimento.

++ Notizia in aggiornamento ++

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSicilia, altri due Comuni diventano “zona rossa”: Ravanusa e Santa Flavia
Articolo successivoOperazione “Cutrara”, prima udienza davanti al GUP
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.