Porto di Palermo, sequestrati oltre 2,6 kg di tabacchi di contrabbando VIDEO

717

I Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Palermo, unitamente ai funzionari del locale Ufficio delle Dogane nel corso di attività ispettiva svolta presso la cosiddetta area “Extra – Schengen” del locale porto – riservata ai controlli di persone, veicoli e merci provenienti dall’estero – hanno sequestrato 2,67 Kg di tabacchi lavorati esteri di contrabbando nei confronti di un cittadino tunisino appena sbarcato dalla nave “Catania” proveniente da Tunisi.

In particolare, i militari del 1° Nucleo Operativo Metropolitano, dopo la consegna spontanea di una sola stecca di sigarette, insospettiti dall’atteggiamento del passeggero, procedevano ad un’accurata ispezione dell’abitacolo su cui viaggiava rinvenendo, abilmente occultati negli schienali dei sedili, negli sportelli e nei passaruota 160 pacchetti di sigarette, per un peso complessivo di 2,760 chilogrammi.

Per quanto sopra le Fiamme Gialle procedevano alla denuncia a piede libero di H.M. – di anni 28 – (risultato recidivo alla commissione dell’illecito) per il reato di contrabbando in ambito doganale e al sequestro del carico trasportato.

L’attività di servizio si inquadra nell’ambito della costante azione di controllo economico del territorio assicurata dalla Guardia di Finanza e dall’Agenzia delle Dogane a contrasto dei traffici illeciti che, attraverso gli spazi doganali, interessano il territorio nazionale.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCaso Ingegnere Russo. UDC: “I cittadini hanno pagato a “vuoto “ per oltre un anno?
Articolo successivoTrapani, dal rifiuto nucleare al futuro culturale