Castellammare, buoni spesa nuovamente in distribuzione: domande entro il 29 gennaio

1174

Per ottenere il buono, che sarà esclusivamente elettronico, bisogna compilare il format predisposto sul sito internet del Comune

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Nuovamente in distribuzione i buoni spesa per chi ne ha bisogno a causa dell’emergenza da coronavirus, questa volta erogati in forma esclusivamente elettronica.

L’amministrazione comunale ha riattivato le procedure di sostegno per chi ha necessità con un contributo dello Stato di 137 mila euro circa: entro il 29 gennaio occorre presentare domanda corredata dai documenti richiesti, esclusivamente tramite il format predisposto sul sito istituzionale del Comune. Per informazioni e chiarimenti si può inviare una mail all’indirizzo buonospesa@comune.castellammare.tp.it oppure contattare l’ufficio Servizi Sociali telefonando al numero 0924592 550 -255 -238.

Il supporto che riguarda un buono spesa per l’acquisto di beni di prima necessità quali alimenti, farmaci, prodotti per igiene personale e per l’infanzia, è rapportato al numero dei componenti il nucleo familiare: 150 euro per una persona, 250 euro per 2 persone, 350 euro per tre persone, 400 euro per 4 persone e 500 euro per nuclei familiari con 5 o più componenti.  Il buono è maggiorato di 100 euro per chi ha minori di età inferiore a tre anni.

“Ancora sostegno per chi ha necessità poiché continuiamo a vivere momenti difficili dal punto di vista sanitario, sociale ed economico per l’epidemia da Covid 19 -affermano il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore ai servizi Sociali Enza Ligotti-: lavoriamo per rispondere a chi ha più bisogno con altro supporto che riguarda beni di prima necessità. Le nuove procedure predisposte sono più semplici e tracciabili poiché i buoni spesa saranno erogati esclusivamente in forma elettronica. Come con le precedenti misure già erogate, con il bando predisposto con i Servizi Sociali, ci rivolgiamo prioritariamente a chi non ha alcuna forma di sostegno. L’emergenza sanitaria non è ancora finita ed invitiamo tutti ad avere comportamenti corretti e -concludono il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore ai servizi Sociali Enza Ligotti- rispettare le misure in vigore”.

I buoni spesa elettronici saranno erogati fino ad esaurimento dell’importo assegnato al Comune previa valutazione da parte dei Servizi Sociali. L’accesso è prioritario per i nuclei familiari che non ricevono alcuna forma economica da parte dello Stato come reddito di cittadinanza, Naspi, cassa integrazione ecc…  I cittadini che percepiscono già sostegno statale “potranno comunque presentare l’istanza potendo, eventualmente, essere soddisfatti con ordine di priorità successiva -si legge nel bando predisposto dal Comune- rispetto a coloro che non godono di tali benefici”

Clicca qui per leggere il bando.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteScilla nuovo assessore regionale all’Agricoltura, gli auguri di buon lavoro di Fai, Flai e Uila Trapani 
Articolo successivo2020 da record per Alqamah: oltre 1 milione di lettori e 3,5 milioni di articoli letti