Guardia di Finanza sequestra 500 prodotti contraffatti. Un arresto per resistenza a pubblico ufficiale

1181

PALERMO. I Finanzieri del Gruppo Pronto Impiego di Palermo hanno sequestrato prodotti recanti marchi contraffatti e un’ingente somma di denaro all’interno di un negozio gestito da 2 soggetti di nazionalità cinese ubicato a Palermo in via Ugo La Malfa.

L’attività scaturisce dall’intensificazione dei controlli economici del territorio disposti dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Palermo e finalizzati a verificare il rispetto delle norme emanate dall’Autorità di Governo per il contrasto alla diffusione del contagio da COVID19 e in materia di sicurezza dei prodotti posti in vendita.

In particolare, nel corso del controllo presso l’esercizio, i militari hanno notato esposto alla vendita diversi capi di abbigliamento (borse, cinte, cappelli e mascherine in stoffa, per un totale di 536 articoli) recanti note marche, quali “ADIDAS”, “GUCCI”, “MONCLER” ecc., che risultavano essere difformi da quelli originali, non riportando nessun ologramma e presentando evidenti imperfezioni.

Per tali motivi i Finanzieri hanno proceduto al sequestro amministrativo dei prodotti e alla segnalazione del responsabile alla competente Camera di Commercio per l’irrogazione di una sanzione amministrativa che va da un minimo di €.10.500 fino a un massimo di oltre €. 31.500.

Inoltre nel corso dell’attività ispettiva i “Baschi Verdi” rinvenivano all’interno di una cassaforte anche un’ingente somma di denaro in contanti pari a 81.372 euro, posta sotto sequestro.

Il soggetto oltre ad essere stato denunciato per contraffazione e ricettazione, è stato tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali per essersi opposto con la forza al sequestro della somma di denaro.

L’attività testimonia l’impegno profuso dalla Guardia di Finanza quale polizia economico – finanziaria a contrasto dell’economia illegale e a tutela dei consumatori e dei commercianti onesti.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteFestività natalizie, continuano incessanti i controlli dei Carabinieri
Articolo successivoTrapani, “le magie del Natale”: calendario di appuntamenti digitali per i più piccoli