Libia: Conte e Di Maio in volo a Bengasi per la liberazione dei pescatori di Mazara

757

ROMA. Il premier Giuseppe Conte e il ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio, a quanto si apprende da autorevoli fonti, sono in volo verso Bengasi per la liberazione dei 18 marittimi di Mazara del Vallo sequestrati, con i loro due pescherecci, da oltre 100 giorni in Libia. I pescatori erano stati bloccati dalla bloccati a Bengasi il primo settembre per ordine dell’uomo forte della Cirenaica, il generale Haftar. Tra i 18 pescatori, otto sono italiani, sei tunisini, due senegalesi e due indonesiani, ma a Mazara per tutti sono pescatori mazaresi: Karoui Mohamed, Daffe Bavieux, Ibrahim Mohamed, Pietro Marrone, Onofrio Giacalone, Mathlouthi Habib, Ben Haddada M’hamed, Jemmali Farhat, Ben Thameur Lysse, Ben Thameur Hedi, Moh Samsudin, Giovanni Bonomo, Michele Trinca, Barraco vito, Salvo Bernardo, Fabio Giacalone,Giacomo Giacalone, Indra Gunawan.

AGGIORNAMENTO

I pescatori sono stati liberati pochi minuti fa.

Fonte La Stampa

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePiano Rifiuti in Sicilia. Pierobon: “Puntato alla residualità delle discariche” VIDEO
Articolo successivoIl lavoro degli avvocati