Tranchida scrive ai colleghi delle “città porto della pasca”: “Invito a solidarizzare con la comunità mazarese”

640

TRAPANI. Il Sindaco Giacomo Tranchida ha inviato una lettera a tutti i Sindaci della Provincia in cui è presente un porto peschereccio, con l’invito a solidarizzare con la comunità mazarese. “Mancano pochi giorni al Santo Natale, festività della famiglia che, pur nel rispetto delle norme relative alla pandemia, come da tradizione riunisce da ogni dove le nostre comunità attorno ad un focolare di affetti.  Purtroppo per tante famiglie così non potrà essere e per svariati motivi. In particolare non potrà esserlo per le famiglie dei diciotto pescatori ancora ostaggio in Libia, fin dalla sera del primo settembre scorso.  Tale situazione non è più tollerabile. – scrive il Sindaco Tranchida – Care colleghe e colleghi, tutti noi sindaci di Città costiere sappiamo cosa significa quando i nostri concittadini pescatori escono per mare, rischiando la vita, per sostenere le loro famiglie. Facciamo sentire il nostro affetto e sostegno, anche simbolico, alla comunità mazarese.

Qui, a Trapani, – continua Tranchida – abbiamo deciso di lasciare accesa la luce del Palazzo Comunale, in segno di veglia ed insieme di speranza, e abbiamo abbassato la bandiera della nostra città, fino a quando non ritorneranno sani e salvi i marinai mazaresi”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSequestrate dalla Finanza 14 mila mascherine prive di autorizzazione
Articolo successivoFurto di cavi elettrici a Salinagrande