Trapani, spacciava dagli arresti domiciliari: arrestato per la seconda volta

1170

ERICE. Nella giornata di mercoledì 2 dicembre, i Carabinieri della Stazione di Erice, con l’ausilio di personale del Nucleo Cinofili di Palermo Villagrazia, nel corso di un predisposto servizio finalizzato al contrasto e alla repressione di reati in materia di sostanze stupefacenti, hanno arrestato A.F., trapanese, cl.85, già gravato da precedenti di polizia.

Nello specifico, il 35enne, nonostante fosse sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari a seguito dell’arresto operato dai Carabinieri dei Erice nella seconda metà del mese di novembre u.s.,  ha continuato la sua attività di spaccio di sostanze stupefacenti dalla propria abitazione.

Nei militari dell’Arma, impiegati giornalmente nei controlli dei soggetti sottoposti alle misure alternative alla detenzione in carcere, era sorto il sospetto che l’uomo continuasse la propria attività di spaccio anche dopo l’arresto, per tanto, hanno svolto una attenta perquisizione. Il buon fiuto del pastore tedesco Mike ha permesso di rinvenire circa 100 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish, abilmente nascosta tra alcuni generi alimentari nella cucina, un bilancino di precisione e la somma contante di euro 140,00, verosimilmente provento dell’attività illecita.

Quanto rinvenuto è stato immediatamente posto sotto sequestro mentre l’uomo, al termine delle formalità di rito, è stato dichiarato in arresto.

Nella giornata di ieri, la competente Autorità Giudiziaria di Trapani ha convalidato l’arresto operato  dai Carabinieri sottoponendo il 35enne agli arresti domiciliari.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteGli aggiornamenti del 4 dicembre sul coronavirus nel trapanese: 2593 positivi
Articolo successivoLa Piana (CISL): “Siamo preoccupati per la tenuta sociale, economica sanitaria complessiva dei nostri territori”