Torna la Monte Erice, ma in formato virtuale: 50 partecipanti per una “scalata” in 3D

603

A poco più di un mese di distanza da quella in presenza ritorna la cronoscalata Monte Erice, ma in formato virtuale. Cinquanta partecipanti per la “scalata” in 3D di Monte Erice

ERICE. Ad organizzare la rinomata gara automobilistica online, che si terrà tra martedì 15 e mercoledì 16 dicembre, è un gruppo di appassionati del settore automobilistico, i Modders Squadra Corse. I partecipanti si daranno battaglia nel classico percorso che collega Valderice ad Erice, ricostruito fedelmente in 3D in ogni tornante e nei rispettivi dettagli: dalla “casazza” alla “scaletta”, passando per il “cancello” e per tutti gli altri punti più noti del percorso, naturalmente col monte Cofano sullo sfondo. Senza dimenticare, poi, gli aspetti che attengono alla preparazione della vettura, alla sicurezza, alla logistica ed ai titoli in palio. Insomma, un realismo che consente di potersi immedesimare nella competizione.

I piloti iscritti, detti simdriver, sono in totale una cinquantina con una significativa rappresentanza di trapanesi. Per partecipare si avvarranno della piattaforma Assetto Corsa, uno tra i simulatori di guida più noti del settore. Ciascuno col proprio volante, la pedaliera, il cambio, le cuffie e il microfono (qualcuno anche col casco), così da rendere il più possibile fedele l’esperienza di guida e l’adrenalina della competizione. Tra di loro anche qualche pilota “reale” che, di questi tempi, può così rimanere in modalità gara e mantenersi in allenamento.

L’evento sarà trasmesso in streaming sui canali Youtube e Facebook degli organizzatori e costituisce la seconda delle quattro tappe del calendario MSC Driver Academy Virtual HillClimb che si aprirà già martedì 1 e mercoledì 2 dicembre con la cronoscalata di Trier, noto circuito tedesco. Seguiranno poi il 29-30 dicembre il percorso di St.Ursanne (Svizzera) e quello di Petersberg (Germania) del 5-6 gennaio 2021.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteRaccolta rifiuti e trasporto pubblico: La Funzione pubblica Cgil incontra il sindaco di Marsala
Articolo successivoNon c’è sull’arma il Dna di Bucaria