Base Riformista Sicilia: Grande soddisfazione per Guerriero alla segreteria regionale

368

Campagna alla guida del Dipartimento Riforme Statutarie. Amenta neo coordinatore di Base Riformista in Sicilia 

PALERMO. Grande soddisfazione viene espressa dal coordinamento Base Riformista Sicilia a seguito del provvedimento della segreteria regionale del Partito Democratico che istituisce Dipartimenti tematici e rispettivi responsabili. Intanto, sempre questa mattina, Marco Guerriero, avvocato civilista, 35 anni, già segretario provinciale dei GD palermitani, attualmente componente della direzione regionale del PD, è chiamato a far parte della segretaria regionale.

Tra i responsabili dei Dipartimenti tematici, invece, Marco Campagna, avvocato penalista, 48 anni, già consigliere provinciale Pd, ex segretario provinciale Trapani e componente Assemblea Nazionale del Pd, è stato vice sindaco e assessore del comune di Castelvetrano, oggi consigliere comunale del Pd dello stesso comune. Campagna andrà a guidare il dipartimento regionale Riforme Statutarie ed Istituzionali.

Infine, l’imprenditore Paolo Amenta, 59 anni, sposato con quattro figli. Per 10 anni sindaco di Canicattini Bagni e attuale presidente del consiglio nello stesso comune, vice presidente Anci Sicilia e amministratore Agenzia di sviluppo degli iblei. Attuale presidente provinciale del Partito Democratico siracusano. Da oggi Amenta, sarà Coordinatore regionale di Base Riformista.

Marco Guerriero, da oggi componente della segretaria regionale del PD Sicilia, afferma: “Penso di avere un legame profondo con la nostra comunità democratica, che intendo rappresentare affinché nessuno rimanga indietro o si senta lasciato solo. Abbiamo il dovere di occuparci del territorio, accorciando le distanze con i bisogni della gente. Da europeista convinto, propongo di rilanciare la stagione delle grandi riforme per immaginare nuovi sbocchi occupazionali, velocizzare il processo di digitalizzazione degli enti locali, riorganizzare il comparto sanitario, e soprattutto risolvere culturalmente il problema dei rifiuti, trasformare il concetto di immondizia in qualcosa di positivo per il welfare Sociale”.

“È un incarico che, come sempre, metterò a disposizione di tutte e tutti, perché la differenza la fanno sempre le persone non i ruoli. Con l’obiettivo di iniziare a confrontarci sulla opportunità di modifica dell’autonomia siciliana e prospettiva europeista che un partito riformista non può non coltivare”. Lo dice Marco Campagna, adesso responsabile del dipartimento regionale Riforme Statutarie ed Istituzionali.

In conclusione, il neo coordinatore regionale di Base Riformista Paolo Amenta: “Ho sempre pensato che la politica non esiste se non è capace di immaginare una visione del futuro. Il primo obiettivo della nostra area è di contribuire all’interno del Partito Democratico unitario siciliano alla costruzione di una visione condivisa sul futuro della Sicilia. Quando finirà questa pandemia, intendiamo contribuire a costruire nuovi e moderni scenari, mettere in relazioni fenomeni e accompagnare processi innovativi. Per fare questo bisogna far tornare il partito al suo vecchio ruolo di luogo del sociale, dove si sedimentano e metabolizzano i conflitti sociali, dove si programma e progetta il futuro. Il territorio siciliano non può più aspettare”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Un esempio da non dimenticare”
Articolo successivoTrapani, 7milioni per le scuole ‘”Livio Bassi” e “Pertini”