Tranchida: “buon lavoro al Presidente ed ai Componenti del nuovo CdA di Trapani-Servizi”

677
L’emergenza del sistema rifiuti in Sicilia, ha visto protagonisti nel tempo in particolar modo la componente privata e con il classico ritardo la parte pubblica, sovente soffocata dal farraginoso sistema burocratico.
In un comunicato, l’Amministrazione Comunale di Trapani si affronta la questione, ma dal punto di vista della Trapani-Servizi, partecipata del Comune, che gestisce la discarica trapanese e in particolare nel comunicato si afferma: “Rispetto a tale scenario la partecipata “Trapani Servizi” del Comune di Trapani, non solo è riuscita a “competere” ma ha anche svolto una funzione pubblica di valenza regionale, garantendo a quasi 100 Comuni siciliani diversi servizi e supporto. Tale assunto è certificato non solo dal programma d’investimenti posto in essere dalla partecipata ma anche dal riconoscimento delle autorità statali e regionali che a diverso titolo controllano o pianificano nel comparto”.
“In tale visione – continua il comunicato – ed in più occasioni è stata in primo luogo prospettata alle due SRR, e dunque ai Sindaci del comprensorio trapanese, la disponibilità politica di questa Amministrazione Comunale ad ampliare la compagine societaria, ivi compresa la governance, evidenziando inoltre la coerente scelta di guardare alla Trapani Servizi come ad una sorta di global service anche per la gestione in house di altre attività “ordinarie” ma talvolta di “straordinaria” difficoltà operativa per i Comuni, ormai sguarniti nelle piante organiche oltre che frenati nelle tempistiche correlate alle gare, bilanci, etc. Manutenzioni nel servizio idrico integrato, gestione del verde pubblico, canile – randagismo, etc, i primi servizi che, grazie alle modifiche statutarie condivise con la maggioranza consiliare, la Giunta Tranchida affiderà nel prossimo futuro alla Trapani Servizi.
La partecipazione societaria dei Comuni eventualmente aderenti anche in forma individuale garantirebbe anche economie gestionali e pronto intervento nell’affidamento dei suddetti servizi ed accessori.
“Tale scenario, nell’attesa delle determinazioni delle SRR TRAPANI Nord e Sud, si avvarrà nell’immediato del CdA parzialmente (3 componenti su 5) nominato dal Sindaco Tranchida, come segue:
– Presidente Avv Girolamo Spezia, già Presidente della SRR Trapani Nord oltre che Sindaco di Valderice;
– Componente Drssa Ciotta Marilena, direttore provinciale Patronato Acli di Trapani e responsabile gestione ed organizzazione del personale;
– Componente Dr Fede Roberto, Commercialista e Revisore Legale.
Il nuovo CdA potrà vantare del supporto tecnico professionale dell’ing Carlo Guarnotta, già AU della Trapani Servizi”.
“Auguri di buon lavoro al Presidente ed ai Componenti del nuovo CdA – dichiara il Sindaco Tranchida – che contiamo poter completare a breve eventualmente acquisendo le proposte di candidatura dalle SRR e/o dagli interessati Comuni nuovi soci per la gestione di servizi in house. La nostra azione prospettica – continua il Sindaco – grazie ad una società pubblica, solida ed affidabile, tanto in un settore delicatissimo quale quello della valorizzazione del comparto rifiuti, grazie anche al lavoro ad oggi svolto dall’ing Guarnotta e dal suo staff, quanto al potenziamento dei servizi ambientali correlati e non, ripropone in coerenza programmatica al territorio provinciale una visione di sistema, volta ad ottimizzare i servizi conseguendo importanti risparmi a beneficio della detassazione sulle rispettive comunità amministrate. Trapani, con la cessione di quote societarie tanto in Atm quanto in Trapani servizi diventerà più forte insieme ai Comuni tutti. Uniti e solidali si è più forti e pronti anche nel ragionare e sviluppare azioni sinergiche e sistemiche tanto nel comparto Turistico e Culturale, quanto della mobilità e dei servizi d’igiene ambientale”.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteChiusura forzata per il lockdown, a Salemi varato un sostegno economico per le aziende
Articolo successivoSegnalazioni interruzione delle corse da e per le Egadi, interviene CODICI