Castellammare, guasto all’illuminazione votiva del Cimitero: diversi loculi al buio da settimane

747

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Sono diverse le segnalazioni che ci sono arrivate nei giorni scorsi in redazione in merito all’illuminazione votiva del Cimitero Comunale. In particolare, in alcune aree della parte nuova del cimitero, diversi loculi delle sezioni 15 e 16, come verificato dalla nostra redazione, si trovano al buio da parecchie settimane, addirittura lo erano anche nelle giornate di festa del 2 e 3 novembre, giornate, appunto, dedicate alle visite ai defunti. Il guasto, infatti, va avanti da fine ottobre.

Il problema sembrerebbe essere legato a un corto circuito in una parte dell’impianto di illuminazione votiva nella zona del secondo ingresso. È una situazione che va avanti da circa un mese, nonostante le ripetute segnalazioni dei cittadini. “Erano spente per la giornata dei morti e lo sono ancora oggi”, afferma un signore mentre depone i fiori.

In merito, dopo diversi tentativi, abbiamo contattato i tecnici dell’Ufficio Tecnico Comunale che hanno rassicurato sui tempi di intervento. La prossima settimana, infatti, i lavori saranno affidati a una ditta che, tra le altre cose, si occuperà di ripristinare l’illuminazione votiva delle sezioni rimaste al buio.

Già nella giornata di domani i tecnici del comune, come ci ha riferito il Vice Sindaco Giuseppe Cruciata, faranno un sopralluogo per provare a riparare il guasto temporaneamente in attesa dell’intervento della ditta esterna.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Drive In” tamponi rapidi nel trapanese, nel fine settimana 18771, 155 i positivi
Articolo successivoGli aggiornamenti del 23 novembre sul coronavirus nel trapanese: 2575 positivi
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.