Festa dell’ Albero 2020. Legambiente Trapani-Erice tre Giornate simbolo in difesa degli Alberi

301

“Visto l’impossibilità a seguito dell’ultimo DCPM Covid 19, di celebrare la Festa dell’Albero con l’usuale coinvolgimento di numerose scolaresche e/o gruppi di cittadini, abbiamo organizzato la festa dell’albero con tre momenti simbolici con la messa a dimora di piantine in luoghi simboli”. Così Lega Ambiente Trapani-Erice.

“Venerdì 20 novembre, in occasione della giornata dell’albero promossa da Legambiente, l’istituto alberghiero “I e V Florio” ha aderito con la piantumazione di numero due alberi . E’ un primo tassello all’interno di un progetto d’istituto più ampio di educazione ambientale e alla sostenibilità. Oggi è stato possibile attuare l’iniziativa in quanto l’istituto ha avviato un laboratorio che promuove l’inclusione scolastica di studenti con disagio così come previsto dall’ultimo DPCM . Sabato , 21 novembre, alle ore 11.00, in occasione della Festa dell’albero, sarà presentato, in diretta sulla pagina Facebook di Legambiente Sicilia e sulla piattaforma GoToMeeting, il documento sugli incendi in Sicilia: criticità e soluzioni. Come ogni anno, anche la scorsa estate migliaia di ettari di verde nella nostra isola sono andati in fumo. Per prevenire occorre agire e occorre farlo ora. Legambiente con questo documento, che presenta nel giorno della Festa dell’Albero, vuole dare il suo contributo proponendo soluzioni da adottare nell’immediato, aggredire le cause profonde del fenomeno, senza aspettare ancora che si ripetano eventi tragici o disastrosi. Intervengono: Gianfranco Zanna, presidente di Legambiente Sicilia; Angelo Dimarca, coordinatore delle Riserve naturali di Legambiente Sicilia; Donato Salvatore La Mela Veca, docente di Selvicoltura -Dipartimento SAAF – Università di Palermo. Domenica 22 novembre ore 10,30 ad Erice, presso la Zona del curvone della Casazza, seguirà il terzo appuntamento simbolico della Festa dell’Albero 2020, iniziativa promossa con la collaborazione dell’Associazione Bajuolo di Erice e con la Partecipazione di qualche Giovane Cittadino del Monte Erice, si metteranno a dimora qualche piantina di Alberi latifoglie tipici della nostra area mediterranea, come simbolo di una società che vuole riscattarsi da quei devastanti incendi, che negli anni hanno distrutto una buona parte dei nostri boschi e della nostra biodiversità. Lo scopo di questi momenti simbolici è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della salvaguardia verso il patrimonio arboreo e boschivo, ma anche quello di sensibilizzare i giovani e i Cittadini al senso di responsabilità, di condivisione di valori e di rispetto di alcune regole, ponendo particolare attenzione alla vita dell’albero. Esso infatti è prezioso per tanti motivi, rappresenta un polmone per la nostra atmosfera e quindi fondamentale per la qualità dell’aria, funge da barriera contro il dissesto idrogeologico e rappresenta rifugio sicuro per molte specie animali”.