Castellammare, approvato il regolamento per il CCR. Apertura vicina

574

Approvato ieri sera il regolamento per il centro comunale di raccolta in contrada Pagliarelli. Votato favorevolmente dal consiglio comunale, consente l’apertura del sito dove si potranno conferire i rifiuti ogni giorno

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Il consiglio comunale ha approvato il regolamento per il funzionamento del centro comunale di raccolta che a breve potrà essere aperto ai cittadini ed alle attività. Sito in contrada Pagliarelli Ginisara, in un terreno confiscato alla mafia, il centro comunale di raccolta (CCR) è un’area attrezzata con cassoni dove gli utenti possono conferire, gratuitamente, i rifiuti differenziati. Votato favorevolmente dai 10 consiglieri comunali presenti alla seduta a distanza, il regolamento approvato prevede la possibilità di conferire ogni giorno i rifiuti nel centro allestito.

Il consiglio comunale guidato dal presidente Mario Di Filippi ha previsto anche l’apertura pomeridiana in alcune giornate e modalità ed orari di conferimento che saranno dettagliati e comunicati all’avvio del servizio. Intanto il regolamento prevede l’apertura del Ccr ogni mattina dalle ore 9 alle 13 e il martedì, giovedì e sabato anche dalle 15 alle 18 (domenica dalle ore 8 alle 13).

“Il centro comunale di raccolta è un servizio importantissimo, un altro obiettivo prefissato e raggiunto da questa amministrazione al fine di migliorare definitivamente la raccolta dei rifiuti -affermano il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore all’Ambiente Vincenzo Abate-. Siamo molto soddisfatti poiché l’approvazione unanime del regolamento da parte dei consiglieri comunali di maggioranza presenti alla seduta, che ringraziamo, è l’ultimo step di un lungo percorso al quale lavoriamo dall’insediamento e che ci consente di dotarci, finalmente, di un servizio essenziale per i cittadini che potranno a breve smaltire in maniera veloce e sicura i rifiuti, contribuendo a migliorare raccolta differenziata, ambiente e decoro della nostra città”.

“Stiamo facendo enormi passi avanti sulla raccolta dei rifiuti poiché in appena un mese dall’avvio del nuovo servizio, la percentuale di raccolta dal 29 è balzata addirittura al 77,80% circa e l’attivazione del Ccr ci fa augurare di poter successivamente prevedere anche costi meno gravosi -sottolineano il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore all’Ambiente Vincenzo Abate-. C’è ancora molta strada da fare ma con la collaborazione dei cittadini, che ringraziamo complimentandoci per l’impegno già mostrato, e ottimizzeremo il servizio, in collaborazione con Agesp, rendendo sempre più pulita ed accogliente la nostra Castellammare. Ci sono ancora molti atteggiamenti poco civili che, con il supporto della videosorveglianza e adesso l’apertura del Ccr, ci auguriamo possano diventare sempre più rari”.

Nel centro di raccolta si potrà conferire carta e cartone, organico, sfalci di verde e potature, plastica, vetro e lattine, rottami metallici, ingombranti, legno, elettrodomestici, scarti di olio, pneumatici, lampade, batterie, piccole quantità di inerti provenienti da piccoli lavori di manutenzione domestica, farmaci scaduti, abiti… Tutti i materiali smaltibili e le modalità saranno comunicati in dettaglio all’avvio del servizio.

Il consiglio comunale ha approvato anche una modifica del regolamento cimiteriale: oltre ai castellammaresi, a chi vi ha una sepoltura o sia stato residente in città per almeno vent’anni, il sindaco può consentire la sepoltura nel cimitero per motivi di carattere umanitario, vittime di naufragi, calamità o persone illustri legate a Castellammare, ma i costi saranno a carico dei richiedenti e non del Comune.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMarsala, alloggi popolari nell’ex scuola di contrada Amabilina, consegnati i lavori
Articolo successivoFalsi testi, si va verso la discussione