Castellammare, nuova area giochi senza barriere nel parco urbano villa Olivia

422

Oltre 42 mila euro finanziati dalla Regione per rinnovare pavimentazione e giostre in un’area di 400 metri quadri.

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Una nuova area giochi inclusiva, perché accessibile ai disabili, all’interno del parco urbano villa Olivia. Il progetto, finanziato dall’assessorato regionale delle Politiche Sociali con 42 mila e 500 euro, prevede di rinnovare completamente pavimentazione e giostre dell’area a gioco esistente a villa Olivia, realizzando un’area priva di barriere architettoniche pari a 400 metri quadri.

“Siamo soddisfatti perché il finanziamento del progetto inclusivo nell’area giochi già esistente a villa Olivia, ci consente di mettere a disposizione giostre senza barriere per il gioco di tutti i bambini in maniera davvero inclusiva perché accessibili ai diversamente abili, e contemporaneamente di riqualificare la villa -affermano il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore alle Politiche Sociali Enza Ligotti-. Si tratta di un importante intervento a scopo sociale per il quale otteniamo adesso il finanziamento regionale dopo aver partecipato, lo scorso anno, all’avviso pubblico regionale indicatoci dalla deputata Eleonora Lo Curto che, sensibile al tema di inclusione, ci ha mostrato la possibilità di progettazione poi predisposta dai nostri uffici. L’ammissione a finanziamento da parte dell’assessorato regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali indica l’importanza della cooperazione per raggiungere importanti obiettivi di interesse collettivo”.

Il progetto finanziato prevede che nel parco urbano villa Olivia l’area giochi venga totalmente riqualificata senza barriere architettoniche installando nuove giostre con struttura in acciaio che consentono maggiore durata ed una pavimentazione antitrauma in gomma su tutto lo sviluppo del parco giochi, non solo in corrispondenza delle giostre.

Il parco urbano “villa Olivia” occupa complessivamente una superficie di circa 12 mila metri quadri e collega due importanti arterie cittadine cioè via Segesta e viale Leonardo da Vinci, denominato comunemente “circonvallazione” per la funzione di congiunzione del centro urbano con l’autostrada e i paesi limitrofi. Il parco ha due ingressi, entrambi accessibili anche per disabili.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSanità, un Polo infettivologico al “Cervello” di Palermo
Articolo successivoEra ricercato per tentato omicidio