Castellammare, secondo decesso causato dal Covid. Cordoglio dell’Amministrazione

3099

“Profondo cordoglio dell’amministrazione e di tutta la città ai familiari del concittadino stroncato dal coronavirus”. Il sindaco Nicolò Rizzo sul secondo decesso in città causato dal Covid-19

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. “Esprimiamo vicinanza e profondo cordoglio dell’amministrazione comunale e di tutta Castellammare, per la scomparsa di un altro concittadino a causa del Covid -19”. Lo afferma il sindaco Nicolò Rizzo che esprime il dolore della comunità castellammarese appreso dalle autorità sanitarie del secondo decesso in città causato dal Covid-19.

Un uomo di 69 anni, ricoverato da oltre dieci giorni prima all’ospedale di Mazara e poi a Partinico, è morto ieri a causa del coronavirus.

“Siamo molto addolorati e ci stringiamo alla famiglia in questo momento di grande sofferenza. Si tratta del secondo decesso in città causato dal Covid-19 poiché ai primi di aprile un anziano concittadino proveniente dagli Stati Uniti è morto all’ospedale di Partinico -fa presente il sindaco Nicolò Rizzo-.  Auguro una pronta guarigione ai nostri concittadini che soffrono a causa del virus, auspicando che le loro condizioni di salute possano migliorare al più presto”.

“Ci troviamo in un momento difficile a causa della crescita dei contagi che nella nostra città, al momento, sono 55 e si registrano anche 17 guariti. Invito ancora tutti ad essere prudenti, rispettare le regole di distanziamento sociale, indossare sempre la mascherina e –conclude il sindaco Nicolò Rizzo- spostarsi solo in caso di necessità poiché in questo momento è essenziale la collaborazione di tutti perché non ci siano altri ricoveri e decessi causati da questo terribile virus che solo uniti possiamo sconfiggere”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteDecreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. Problemi nella commercializzazione dell’olio e del vino VIDEO
Articolo successivoBallano e cantano senza mascherina, denunciata “Angela da Mondello” per il video musicale