I Carabinieri denunciano un imprenditore e sequestrano un’area adibita a discarica

1173

I Carabinieri della Stazione di Campobello di Mazara e i Carabinieri Forestali del Centro Anticrimine Natura di Palermo – Nucleo CITES – Distaccamento di Trapani, nell’ambito di un controllo straordinario del territorio finalizzato all’accertamento di violazioni ambientali, hanno deferito in stato di libertà un imprenditore e, contestualmente, hanno proceduto al sequestro di un’area pari a circa 25 mq su cui era stato depositato un cumulo di rifiuti speciali non pericolosi.

Nello specifico, i militari dell’Arma, nel corso di un accesso ispettivo presso una azienda agroalimentare specializzata nella lavorazione di oli alimentari, hanno accertato che in una area di pertinenza della società vi era un accumulo di circa 30 metri cubi di rifiuti costituiti da sanse umide provenienti dalla lavorazione delle olive.

In considerazione di tale circostanza, aggravata dal fatto che la collocazione di tali rifiuti speciali non pericolosi fosse stata effettuata in un’area priva di una pavimentazione che potesse impedire lo spargimento e l’assorbimento dei liquami nel suolo, i militari operanti hanno proceduto a sottoporre a sequestro penale preventivo le aree interessate dai rifiuti e gli stessi ivi presenti, contestando al responsabile legale il reato di abbandono o deposito incontrollato di rifiuti.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteFondazione Erice arte al prof. Giordano Bruno Guerri. la presa di posizione dell’ANPI
Articolo successivoVandalizzato il murale raffigurante Peppino Impastato a Riace: “Colpiti valori di solidarietà e lotta alla mafia”