Completate le indagini sull’acqua, i valori sono tornati alla normalità, il sindaco revoca l’ordinanza

625

ALCAMO. Revocata l’ordinanza sindacale del 18 settembre scorso che inibiva, in via cautelare, l’uso dell’acqua per scopi potabili e per il consumo umano, nelle seguenti vie: VIA XV MAGGIO, VIA GABRIELE D’ANNUNZIO, VIA IMPASTATO, VIA FILIPPI, VIA F. FERRUCCIO, VIA RUGGERO E VIA ARANCIO DEL COMUNE DI ALCAMO.

Dichiarano congiuntamente il Sindaco Domenico Surdi e l’assessore al servizio idrico integrato, Vito Lombardo “in questo periodo sono stati fatti tutti i prelievi e le indagini consequenziali ed è stato appurato che l’acqua è tornata ad essere potabile, nel rispetto dei parametri previsti dal D. Lgs. 31/2001. Gli abitanti delle vie che sono state soggette all’ordinanza possono riprendere a fare uso dell’acqua normalmente, per tutti gli usi consentiti”.

E continuano il Sindaco e l’Assessore “siamo consapevoli che, nelle scorse settimane, è venuta a crearsi una situazione di preoccupazione e disagio fra la popolazione alcamese perché l’acqua è un bene indispensabile, ma l’Amministrazione ha seguito costantemente tutti i risultati dei campionamenti di verifica volti ad appurare la regolarità dei valori che, confermiamo, sono rientrati nella norma della potabilità. Infine, ricordiamo che la zona dove si è verificato l’inquinamento dell’acqua è uno dei quartieri del Centro dove purtroppo la rete fognaria e la rete idrica sono molto deteriorate dal tempo, infatti sono stati e continuano ad essere numerosi gli interventi di riparazione e manutenzione delle stessa rete idrica e fognaria”.

Info Ordinanza https://alcamo.trasparenza-valutazione-merito.it/web/trasparenza/albo/-/papca/display/1125760?p_auth=AuUFFPut

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCoronavirus, in Sicilia con i tamponi rapidi individuati un migliaio di positivi
Articolo successivoConferenza dei Sindaci del trapanese, tema: Misure per il contrasto e il contenimento dell’emergenza Covid-19